RASSEGNA STAMPA

27 febbraio 2017 in Rassegna Stampa
Fonte: Fisco Oggi
Senza categoria

Comunicazioni 2017: tutte le scadenze previste per domani

Scritto da: redazione

Dichiarazione IVA 2017 e tutte le comunicazioni necessarie per la dichiarazione precompilata 2017 in scadenza domani. Entro martedì 28 febbraio, i soggetti tenuti a inviare i dati relativi al 2016, utili all’elaborazione delle dichiarazioni, dovranno trasmetterli telematicamente all’Anagrafe tributaria. Unica eccezione, sono gli amministratori di condominio chiamati a comunicare i dati riguardanti le spese sostenute nell’anno precedente per interventi di recupero del patrimonio edilizio e di riqualificazione energetica effettuati sulle parti comuni di edifici residenziali e le spese per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici destinati all’arredo di parti comuni dell’immobile oggetto di ristrutturazione. Per questo primo anno, è stata concessa una mini-proroga, perciò la trasmissione dei dati sarà considerata tempestiva anche se effettuata entro il 7 marzo. Ecco le principali scadenze delle altre comunicazioni: Spese funebri Gli operatori che emettono fatture per spese funebri sostenute in seguito alla morte di persone nel 2016 ...

27 febbraio 2017 in Rassegna Stampa
Fonte: Fisco e Tasse
Senza categoria

Canone RAI 2017: nuovo modello per la dichiarazione sostitutiva

Scritto da: redazione

Un nuovo modello per comunicare all’Agenzia delle Entrate da quale data il canone Tv non deve essere più addebitato sulla propria bolletta perché pagato da altro componente della stessa famiglia anagrafica, in relazione all’utenza elettrica a quest’ultimo intestata. L’approvazione, insieme a istruzioni e specifiche tecniche, con provvedimento del 24 febbraio 2017, che modifica il precedente del 24 marzo 2016 . In particolare, al provvedimento del 24 marzo 2016, concernente modalità e termini di presentazione della dichiarazione sostitutiva relativa al canone di abbonamento alla televisione per uso privato sono apportati i seguenti aggiornamenti: Le dichiarazioni sostitutive possono essere presentate in ogni giorno dell’anno e producono effetti secondo quanto precisato nei punti successivi. La dichiarazione sostitutiva ha effetto, ai fini della determinazione del canone dovuto, in base alla data di decorrenza dei presupposti attestati A decorrere dalla data di pubblicazione del presente provvedimento e fino al sessantesimo giorno ...

27 febbraio 2017 in Rassegna Stampa
Fonte: Governo Italiano
Senza categoria

Antiriciclaggio 2017: approvato all’esame preliminare il decreto attuativo

Scritto da: redazione

Il  decreto legislativo di attuazione della IV direttiva europea in materia di antiriciclaggio è stato approvato ieri in via preliminare nel corso del consiglio dei ministri n. 14, insieme al decreto legislativo che disciplina l’attività dei “compro oro”. In particolare il decreto riguarda l'attuazione della direttiva (UE) 2015/849 relativa alla prevenzione dell’uso del sistema finanziario a fini di riciclaggio o finanziamento del terrorismo, che modifica il regolamento (UE) n. 648/2012 e che abroga la direttiva 2005/60/CE e la direttiva 2006/70/CE. Recentemente il Consiglio Nazionale dei Commercialisti aveva espresso soddisfazione per l'incontro con il MEF. "Revisione degli oneri formali a carico degli studi professionali, delimitazione dell’ambito soggettivo e oggettivo di applicazione degli obblighi di adeguata verifica della clientela, riduzione dell’entità delle sanzioni minime e massime: sono alcune delle principali richieste formulate dal nel corso della prima riunione del tavolo tecnico sull’antiriciclaggio tenutosi ...

27 febbraio 2017 in Rassegna Stampa
Fonte: Fisco e Tasse
Senza categoria

Modello dichiarazione IVA 2017: da presentare entro domani

Scritto da: redazione

Sono numerose le novità che riguardano la presentazione e i termini di versamento della dichiarazione IVA 2017. Per prima cosa, per quanto riguarda i termini di presentazione, la dichiarazione IVA 2017, relativa all’anno 2016 deve essere presentata nel periodo compreso tra il 1° e il 28 febbraio 2017. Quest’anno pertanto la dichiarazione Iva non può più essere presentata in forma unificata insieme alla dichiarazione dei redditi. In merito ai termini di versamento, per il 2017 (dichiarazione relativa al 2016) l’IVA dovuta in base alla dichiarazione annuale deve essere versata entro il 16 marzo nel caso in cui il relativo importo superi euro 10,33 (10,00 euro per effetto degli arrotondamenti effettuati in dichiarazione).  Oltre al versamento in un'unica soluzione, i contribuenti possono rateizzare. Anche se la dichiarazione IVA va presentata tassativamente entro il 28 febbraio, il versamento può essere differito alla scadenza prevista per ...

24 febbraio 2017 in Rassegna Stampa
Fonte: Inps

Terremoto 2016: Sospensione ritenute

Scritto da: redazione

L’Inps, con messaggio n. 767 del 21 febbraio 2017, ha fornito  chiarimenti in merito alla sospensione delle ritenute Irpef a seguito degli eventi sismici  verificatisi nel 2016 come previsto dal D.L. 189/2016, modificato dal D.L. 8/2017. Il documento informa che l’Istituto sta predisponendo la procedura telematica per acquisire le domande di sospensione per le 3 tipologie di prestazioni interessate: pensioni o assegni ad esse equiparate; prestazioni a sostegno del reddito; retribuzioni. L’Inps, in attesa delle procedure telematiche fornisce il modello contenente le dichiarazioni da rendere e inoltrare alle Strutture territorialmente competenti, precisando che le dichiarazioni già inoltrate non sono valide, poiché devono essere presentate alla luce della vigente normativa. Infine viene chiarito che  le ritenute relative alle prestazioni già pagate ai beneficiari (o comunque già estratte alla data della domanda), ma non ancora versate all’Agenzia delle entrate alla data della domanda medesima, ...

24 febbraio 2017 in Rassegna Stampa
Fonte: Inps

Indennità di disoccupazione 2017: confermati gli importi

Scritto da: redazione

L’Inps, con circolare n. 36 del 21 febbraio 2017, fornisce gli importi massimi dal 1° gennaio 2017 dei trattamenti di integrazione salariale, dell’assegno ordinario e dell’assegno emergenziale per il Fondo del Credito, dell’assegno emergenziale per il Fondo del Credito Cooperativo,  dell’indennità di disoccupazione NASpI, dell’indennità di disoccupazione agricola– nonché la misura dell’importo mensile dell’assegno per le attività socialmente utili. L’art. 1, comma 287, della legge 28 dicembre 2015, n. 208 precisa che “Con riferimento alle prestazioni previdenziali e assistenziali e ai parametri ad esse connessi, la percentuale di adeguamento corrispondente alla variazione che si determina rapportando il valore medio dell’indice ISTAT dei prezzi al consumo per famiglie di operai ed impiegati, relativo all’anno precedente il mese di decorrenza dell’adeguamento, all’analogo valore medio relativo all’anno precedente non può risultare inferiore a zero”. In applicazione della norma citata dunque,  gli importi massimi delle prestazioni ...

24 febbraio 2017 in Rassegna Stampa
Fonte: Fisco e Tasse
Senza categoria

Dichiarazioni integrative 2017: la Circolare di Assonime

Scritto da: redazione

Le dichiarazioni integrative possono ora essere presentate entro il termine previsto per l’accertamento. E' questa una delle principali novità contenute nell'articolo 5 del decreto fiscale collegato alla Legge di stabilità 2017  (DL 193/2016) e approfondito nella Circolare 3 del 20 febbraio 2017 di Assonime dal titolo "Le novità del d.l. n. 193/2016 in tema di rettifica delle dichiarazioni fiscali" Come chiarito nella premessa " La circolare illustra la nuova disciplina in merito alla rettifica delle dichiarazioni fiscali che i contribuenti presentano ai fini delle imposte sui redditi, dell’IRAP, dell’IVA nonché in qualità di sostituti d’imposta. La novità principale consiste nell’aver unificato il termine entro il quale i contribuenti possono rettificare la dichiarazione fiscale a prescindere dal “segno” di tale rettifica; anche le c.d. dichiarazioni integrative a favore, infatti, similmente a quelle c.d. a sfavore, possono ora essere presentate entro il termine previsto ...

24 febbraio 2017 in Rassegna Stampa
Fonte: Il Sole 24 Ore
Senza categoria

Rottamazione cartelle esattoriali 2017: in arrivo i carichi definibili

Scritto da: redazione

La rottamazione delle cartelle esattoriali ha ad oggetto gli affidamenti eseguiti entro il 31 dicembre 2016 ma dato che l’affidamento è un atto interno tra ente creditore e agente della riscossione potrebbe non essere stato ancora portato a conoscenza del debitore in tempi rapidi. Pertanto entro il 28 febbraio 2017 Equitalia deve comunicare per posta ordinaria i carichi definibili non ancora manifestati al debitore. In generale infatti i tempi con cui il debitore viene a conoscenza del carico sono piuttosto lunghi: per l'iscrizione a ruolo, Equitalia ha undici mesi di tempo per notificare la cartella di pagamento al contribuente senza perdere il diritto al discarico per inesigibilità per gli accertamenti esecutivi, l’agente della riscossione  deve darne con raccomandata semplice o per posta elettronica senza un termine per la spedizione di questa raccomandata né tantomeno l’omissione della stessa inficia la validità della procedura accertativa.  Da qui l’esigenza a ...

24 febbraio 2017 in Rassegna Stampa
Fonte: Fisco Oggi
Senza categoria

Milleproroghe 2017: approvato il decreto di conversione

Scritto da: redazione

Il decreto milleproroghe è stato approvato definitivamente ieri pomeriggio con 249 favorevoli, 147 contrari e 3 astenuti. Ecco le principali novità: per il 2017 le comunicazioni dei dati delle fatture possono essere effettuate, per il primo semestre, entro il 16 settembre 2017 e, per il secondo semestre, entro il mese di febbraio 2018. Viene ripristinato fino al 31 dicembre 2017 l’obbligo di comunicazione dei dati relativi agli acquisti intracomunitari di beni e alle prestazioni di servizi ricevute da soggetti stabiliti in altro Stato membro dell’Unione europea (Intra-2).   Posticipato al 1° novembre 2017 l’avvio dell’applicazione sperimentale della lotteria nazionale legata agli scontrini relativi agli acquisti di beni o servizi, effettuati da persone fisiche residenti, fuori dall’esercizio di attività d’impresa, arte o professione, mediante strumenti che consentano il pagamento con carta di debito e di credito. Dal 1° gennaio 2018 la presentazione degli elenchi riepilogativi all’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli è ...

23 febbraio 2017 in Rassegna Stampa
Fonte: Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

Lavori socialmente utili: i fondi per Campania, Puglia e Sardegna

Scritto da: redazione

Il Ministero del Lavoro E delle Politiche Sociali, ha comunicato che sono state  registrate le convenzioni sottoscritte con Campania, Puglia e Sardegna per assicurare la copertura dell'assegno per i Lavoratori Socialmente Utili nel 2017.   Come noto i lavori socialmente utili sono le attività che hanno per oggetto la realizzazione di opere e la fornitura di servizi di utilità collettiva, mediante l'utilizzo di particolari categorie di soggetti in difficoltà economiche,  definiti di recente dal  D. Lgs 150/2015 : percettori di strumenti di sostegno del reddito in costanza di rapporto di lavoro, cioè i cassintegrati; disoccupati con più di 60 anni che non abbiano ancora maturato il diritto al pensionamento. (Si distinguono dai lavori di pubbblica utilità per i detenuti e dal baratto amministrativo ) Dal punto di vista fiscale nel caso in cui non si abbiano l'età per la pensione di vecchiaia e ...

23 febbraio 2017 in Rassegna Stampa
Fonte: Il Sole 24 Ore

Pensioni: a marzo niente prelievo per restituire l’inflazione

Scritto da: redazione

Come annunciato dal Ministro Poletti qualche settimana da , non ci sarà la restituzione dello 0,1% sulle pensioni incassate in piu nel 2015  a causa della differenza  tra inflazione programmata ed effettiva. Un emendamento al Dl Milleproroghe, in fase di conversione in legge,  ha cancellato il prelievo sugli assegni che avrebbe dovuto essere applicato il prossimo mese di marzo.   La norma previdenziale era rimasta in sospeso per problemi di copertura, visto che la cancellazione della maggiore perequazione sugli assegni determina 208 milioni di minori entrate. L erisorse sono state individuate nel Fondo  sociale per l’occupazione e la formazione  e nel Fondo sulle compensazioni dei contributi pluriennali. Non è la prima volta che il differenziale tra la stima programmatica e il consuntivo sull’inflazione (che si effettua con un decreto in novembre) determina lo scatto del rimborso. In questo lungo periodo di inflazione bassa ...

23 febbraio 2017 in Rassegna Stampa
Fonte: Agenzia delle Entrate

Dichiarazione 730/2017: compensi ridotti per Caf e professionisti abilitati

Scritto da: redazione

Il Ministero dell'Economia e delle Finanze, con nota del 14 febbraio 2017 n. 989, ha reso noto che l'importo totale dei compensi spettanti per l'attività di assistenza fiscale prestata dai CAF e dai professionisti abilitati nell'anno 2016 dovrà essere ridotto del 23,95%, questo per consentire il rispetto del limite di € 276.897.790,00 delle risorse da destinare all'erogazione degli stessi, fissato dalla legge di Stabilità 2016. Si ricorda che la misura dei compensi era stata rimodulata dal decreto 29 dicembre 2014, adottato sulla base dell'articolo 7 del decreto legislativo 21 novembre 2014, n. 175, in relazione a ciascuna dichiarazione elaborata e trasmessa. In particolare, le misure stabilite dal citato decreto sono: per il 2016 sono pari a: euro 15,40 nel caso in cui la dichiarazione venga trasmessa senza modifiche dei dati indicati nella dichiarazione precompilata; euro 16,60 nel caso in cui la dichiarazione venga trasmessa ...

23 febbraio 2017 in Rassegna Stampa
Fonte: Fisco e Tasse

Dichiarazione IVA 2017: i chiarimenti nella circolare di Assonime

Scritto da: redazione

Il 28 febbraio 2017 scade il termine per la presentazione della dichiarazione annuale IVA per il periodo d’imposta 2016. Il modello contiene molte novità in quanto recepisce le norme sui nuovi termini per la presentazione delle dichiarazioni integrative di precedenti dichiarazioni, l'estensione del reverse charge al settore informatico e le modifiche in materia di liquidazione IVA di gruppo. Assonime ha fatto il punto delle novità nelle circolare n. 4 del 21.02.2017 dal titolo "IVA -Dichiarazione annuale per il periodo d'imposta 2016". Ovviamente le prime novità riguardano il termine di presentazione (28 febbraio) e le modalità di presentazione (separata rispetto alla dichiarazione dei redditi) della dichiarazione IVA 2017 (anno di imposta 2016). La circolare continua evidenziando le novità per i singoli quadri del modello di dichiarazione, in particolare in merito al quadro VN viene chiarito che è "riservato ai soggetti IVA che ...

23 febbraio 2017 in Rassegna Stampa
Fonte: Fisco e Tasse
Senza categoria

Comunicazione spese edilizie: cosa deve fare il condominio minimo?

Scritto da: redazione

Entro il 7 marzo 2017 gli amministratori di condominio devono comunicare all'Agenzia delle Entrate i dati relativi agli interventi di recupero del patrimonio edilizio e di riqualificazione energetica eseguiti sulle parti comuni dei condominii nel corso del 2016. Lo scopo è permettere all'Agenzia delle Entrate di inserire tali spese nelle dichiarazioni precompilate 2017, che saranno messe a disposizione dei contribuenti dal 15 aprile 2017. Il nuovo adempimento è regolato dal decreto del MEF del 1° dicembre 2016 pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 20.12.2016. L’Agenzia delle Entrate, ha pubblicato sul proprio sito le risposte ad alcune domande sulle spese di ristrutturazione edilizia e risparmio energetico su parti comuni condominiali, chiarendo anche il comportamento che deve avere il cd. condominio minimo. In particolare: se il condominio con condòmini fino a otto ha nominato un amministratore (ai sensi dell’articolo 1129 del codice civile la nomina ...

23 febbraio 2017 in Rassegna Stampa
Fonte: Fisco e Tasse

Spesometro 2017 e liquidazioni Iva: ecco tutte le scadenze dopo il Milleproroghe

Scritto da: redazione

Una tabella di marcia impegnativa quella del 2017 per comunicare l'elenco dei clienti e fornitori 2016 e 2017 - vecchio e nuovo spesometro - a cui si aggiunge la comunicazione trimestrale delle liquidazioni Iva. Ricordiamo che lo spesometro annuale (il vecchio elenco clienti/fornitori) per il 2016 andra' presentato entro il 10 aprile 2017 dai contribuenti Iva mensili e entro il 20 aprile 2017 per quelli trimestrali. Dal 2018 lo spesometro anziche' annuale sara' trimestrale; solo per il 2017 e' previsto l'invio semestrale che dopo la pubblicazione del decreto Milleproroghe avrà le seguente scadenze: 1° semestre 2017 entro il 18 settembre 2017 (invece del 25 luglio) 2° semestre 2017 entro il 28 febbraio 2018 (invece dei due invii trimestrali) Nessuna novità per le liquidazioni Iva che dovranno essere trasmesse trimestralmente in via telematica, anche per chi e' a credito. Sono esonerati da questo adempimento i soggetti ...

22 febbraio 2017 in Rassegna Stampa
Fonte: Fisco e Tasse
Senza categoria

Comunicazione amministratori di condominio 2017: come indicare chi detrae

Scritto da: redazione

La comunicazione che gli amministratori di condominio devono inviare all'Agenzia delle Entrate con i dati degli interventi di ristrutturazione edilizia e risparmio energetico effettuati sulle parti comuni è stata prorogata al 7 marzo 2017. Oltre alla mini proroga, tanto attesa dagli amministratori, sono arrivate le risposte alle faq più comuni. In particolare, è stato chiesto all'Agenzia se per individuare il soggetto al quale è attribuita la spesa, da indicare nel campo 17 della comunicazione, l’amministratore di condominio può limitarsi a fare riferimento a quanto comunicatogli dal proprietario dell’appartamento oppure deve tener conto dei soggetti ai quali è intestato il conto bancario/postale utilizzato per il pagamento della quota condominiale. Nel rispondere, l'Agenzia ha chiarito che l’amministratore di condominio deve comunicare quale soggetto a cui è attribuita la spesa, colui che gli è stato indicato come tale dal proprietario. In assenza di comunicazione ...

22 febbraio 2017 in Rassegna Stampa
Fonte: Il Sole 24 Ore

Intra-2 entro il 27 febbraio 2017: niente sanzioni per chi ritarda

Scritto da: redazione

Nessuna sanzione per invia i modelli Intrastat dopo il 27 febbraio 2017 (il 25 febbraio cade di sabato). È quanto è emerso ieri durante l’incontro sulla legge di stabilità 2017 organizzato dall’Ordine dei commercialisti di Milano in collaborazione con la Cassa di previdenza dei ragionieri, a cui erano presenti, il viceministro dell’Economia, Luigi Casero e il direttore dell’agenzia delle Entrate, Rossella Orlandi. Com’è noto la comunicazione intrastat nel 2017 è stata revocata e reintrodotta. In particolare, il D.L. 193/2016 , decreto fiscale collegato alle stabilità 2017, aveva previsto la soppressione di  tale adempimento dal 1° gennaio 2017 in quanto non sarebbe stato più necessario presentare gli INTRASTAT per gli acquisti intracomunitari di beni e le prestazioni di servizi ricevute da soggetti Ue. Tuttavia, giovedì 16 febbraio è stato approvato in senato il cd. Decreto milleproroghe 2017 (DDL di conversione del D.L. 244/2016) ...

22 febbraio 2017 in Rassegna Stampa
Fonte: Agenzia delle Entrate
Senza categoria

Comunicazione amministratori di condominio 2017: proroga al 7 marzo

Scritto da: redazione

Gli amministratori di condominio possono effettuare l’invio dei dati relativi alle spese di ristrutturazione edilizia e risparmio energetico effettuati sulle parti comuni eccezionalmente, per questo anno, fino al 7 marzo 2017. E' questo il punto centrale del comunicato stampa dell'Agenzia delle Entrate di oggi che riportiamo integralmente: Queste informazioni, se trasmesse entro questa data, saranno utilizzate per l’elaborazione della dichiarazione precompilata, senza alcun impatto negativo sui contribuenti. La scelta della nuova data è stata resa necessaria per venire incontro alle esigenze rappresentate dagli amministratori, senza comunque compromettere la tempistica per l’elaborazione della dichiarazione precompilata. A partire da quest’anno, gli amministratori di condominio devono trasmettere all’Agenzia delle Entrate i dati relativi alle spese di ristrutturazione edilizia e risparmio energetico effettuati sulle parti comuni di edifici residenziali entro il 28 febbraio (decreto del Ministro dell’Economia e delle Finanze del 1° dicembre 2016). Nei giorni scorsi ...

22 febbraio 2017 in Rassegna Stampa
Fonte: Ministero delle Politiche Agricole alimentari e forestali
Senza categoria

Reti di impresa e e-commerce agroalimentare: al via le domande

Scritto da: redazione

Il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali con un comunicato stampa del 17 febbraio 2017 ha reso noto che dal 20 al 28 febbraio 2017 sarà possibile presentare le domande per l'attribuzione del credito di imposta per gli investimenti delle reti di imprese agricole e agroalimentari e per il commercio elettronico di prodotti agroalimentari. Per quanto riguarda gli investimenti delle reti di imprese, il credito d'imposta, fino a 400 mila euro per impresa, è fissato al 40% dell'importo degli investimenti realizzati per lo sviluppo di nuovi prodotti, pratiche, processi, nuove tecnologie e per la cooperazione di filiera. CHI PUÒ PRESENTARE LA DOMANDA La domanda per le spese agevolabili del 2016 può essere presentata dalle imprese aderenti ad un contratto di rete già costituito al momento della presentazione della domanda. La finalità di incentivare la creazione di nuove reti di imprese è ...

22 febbraio 2017 in Rassegna Stampa
Fonte: Fisco e Tasse
Senza categoria

Credito d’imposta per spese di videosorveglianza, allarme e vigilanza 2017

Scritto da: redazione

Da lunedì 20 febbraio e fino al 20 marzo 2017, i contribuenti che hanno sostenuto spese per sistemi di videosorveglianza digitale, sistemi di allarme e di vigilanza potranno inviare le domande di accesso al credito d’imposta introdotto dalla Legge di Stabilità 2016.  Da ieri, è disponibile, sul sito dell’Agenzia delle Entrate, “Comunicazione VDS”, l’applicazione informatica per la compilazione e trasmissione dell’istanza di attribuzione del credito d’imposta relativo alle spese sostenute nel 2016, riguardanti l’installazione di sistemi di videosorveglianza digitali o di allarme oltre che per contratti stipulati con istituti di vigilanza. La tecnologia utilizzata dal software consente l’attivazione delle applicazioni direttamente dal web, modalità che evita il problema dell’installazione e garantisce il costante aggiornamento del programma. Sul credito d'imposta per le spese di vigilanza, il 14 febbraio è stato pubblicato un provvedimento dell'Agenzia delle Entrate con le istruzioni (qui allegato). In particolare, per ...