RASSEGNA STAMPA

18 gennaio 2017 in Rassegna Stampa
Fonte: Agenzia delle Entrate

Certificazione unica 2017: approvato il modello

Scritto da: redazione

Con Provvedimento del 16 gennaio 2017 n. 10044 l'Agenzia delle Entrate ha approvato il modello di Certificazione Unica “CU 2017”, relativa all’anno 2016, unitamente alle istruzioni di compilazione, nonché del frontespizio per la trasmissione telematica e del quadro CT con le relative istruzioni, con le modalità per la comunicazione dei dati contenuti nelle Certificazioni Uniche e approvazione delle relative specifiche tecniche per la trasmissione telematica. Per la consegna del modello al soggetto che percepisce le somme i sostituti d’imposta avranno tempo fino al 31 marzo (e non più fino al 28 febbraio), mentre rimane ferma la scadenza del 7 marzo per la trasmissione telematica delle certificazioni uniche da parte dei datori di lavoro e degli enti pensionistici. Ecco le principali novità: Spazio anche ai premi di risultato: Entra nel nuovo modello una sezione ad hoc per gestire le somme erogate per premi ...

18 gennaio 2017 in Rassegna Stampa
Fonte: Fisco Oggi

Dichiarazione 770 2017: online il modello definitivo

Scritto da: redazione

Il modello 770/2017 (anno d'imposta 2016) con le istruzioni per la compilazione è stato approvato dal Direttore dell'Agenzia delle Entrate con Provvedimento del 16 gennaio 2017 n. 10047. Diversamente dagli altri modelli, il 770/2017 non è stato precedentemente pubblicato in bozza, anche se le novità non mancano. In primo luogo, fino allo scorso anno, si parlava di 770 al plurale, perché due erano le versioni disponibili: “ordinario” utilizzato dai sostituti d’imposta per comunicare i dati relativi alle ritenute su dividendi, proventi da partecipazione, redditi di capitale, operazioni di natura finanziaria e le indennità di esproprio, le compensazioni operate e i crediti d’imposta utilizzati “semplificato” dedicato alle altre tipologie di redditi (lavoro dipendente, equiparati e assimilati, indennità di fine rapporto, prestazioni in forma di capitale erogate da fondi pensione, lavoro autonomo, provvigioni, diversi) e ai dati contributivi, previdenziali e assicurativi. Il 770/2017  invece è uno ...

18 gennaio 2017 in Rassegna Stampa
Fonte: Fisco e Tasse

Unioni civili e coppie di fatto 2017: approvati i decreti attuativi

Scritto da: redazione

Il 5 giugno 2016 è entrata in vigore la Legge 76/2016 sulle Unioni Civili di persone dello stesso sesso e dei conviventi di fatto (cd. Legge Cirinnà, dal nome della prima deputata firmataria). Il testo di legge è composto da un unico articolo suddiviso in due parti: le unioni civili tra persone dello stesso sesso ai commi 1-35; le convivenze di fatto ai commi 36-67 Per essere pienamente operativa la Legge necessitava di alcuni decreti attuativi e il Consiglio dei ministri n. 8 del 14 gennaio 2017, su proposta del Ministro della giustizia Andrea Orlando, ha approvato in esame definitivo tre decreti legislativi di attuazione dell’articolo 1, comma 28, della legge 20 maggio 2016, n. 76. Nello specifico i tre provvedimenti prevedono: disposizioni di modifica e riordino delle norme di diritto internazionale privato in materia di unioni civili tra persone dello stesso sesso; disposizioni per ...

18 gennaio 2017 in Rassegna Stampa
Fonte: Fisco e Tasse
Senza categoria

Rottamazione cartelle: Equitalia pubblica il nuovo modulo DA2

Scritto da: redazione

Il Decreto Legge 193/2016 con le misure fiscali urgenti e collegato alla Legge di stabilità 2017 ha previsto la possibilità per qualsiasi contribuente (persona fisica, società) di definire in via agevolata le somme iscritte a ruolo da parte di pubblici Uffici in ruoli “affidati” agli Agenti della riscossione nel periodo compreso tra il 1/01/2000 ed il 31/12/2016 (compresi gli avvisi di accertamento esecutivi). Aderendo alla procedura il contribuente può pagare solo le somme iscritte a ruolo a titolo di capitale, di interessi legali e di remunerazione del servizio di riscossione. Non sono dovute dunque le sanzioni, gli interessi di mora e le sanzioni e somme aggiuntive gravanti su crediti previdenziali. Per il contribuente è possibile pagare l’importo determinato dilazionandolo in 5 rate sulle quali dal 1 agosto 2017 sono dovuti interessi al tasso del 4,5% annuo, fermo restando che: il 70% dell’importo complessivamente ...

18 gennaio 2017 in Rassegna Stampa
Fonte: Consiglio Nazionale dei Dottori commercialisti e degli Esperti contabili

Bilanci 2016: più tempo per approvarli

Scritto da: redazione

Con una news pubblicata il 16 gennaio 2017, il Consiglio Nazionale dei dottori commercialisti e degli esperti contabili ha chiarito come l'applicazione delle disposizioni del decreto legislativo 139/2015 possano rappresentare una delle cause di differimento dell'approvazione del bilancio d'esercizio 2016. A sottolineare la possibilità di differire l'approvazione del bilancio, in presenza di espressa previsione statutaria è stata la “Commissione per lo studio dei principi contabili nazionali” presieduta dal prof. Gianfranco Capodaglio, ricordando che l’art.2364, del Codice Civile dispone che lo statuto può prevedere che l’approvazione del bilancio delle SpA (norma estesa alle Srl dall’art. 2478-bis, co.1, c.c.) possa avvenire entro 180 giorni dalla data di chiusura dell’esercizio, anziché entro 120 giorni, qualora “lo richiedono particolari esigenze relative alla struttura ed all'oggetto della società”. Il CNDCEC ricorda come il decreto legislativo 139/2015 sia entrato in vigore dai bilanci con inizio al 1° gennaio 2016, e ...

17 gennaio 2017 in Rassegna Stampa
Fonte: Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

Bonus Occupazione giovani e assunzioni Sud 2017: ecco i decreti

Scritto da: redazione

Sono stati pubblicati sul sito dell'Agenzia nazionale per le politiche  attive del lavoro ANPAL , i decreti direttoriali che istituiscono l’incentivo all’occupazione dei giovani  in favore dei datori di lavoro che assumono  giovani registrati nel programma Garanzia Giovani (soggetti non occupati né inseriti in progetti di formazione o di studio. Si tratta di tre decreti  6.12.2016 / 2.12.2016/ 19.12.2016. Il primo dispone per l’attuazione dell’incentivo "Occupazione Giovani”,  l’importo di euro 200 milioni  . Il decreto direttoriale del 2.12.2016 invece si occupa delle modalità e i requisiti previsti per l'incentivo,  in capo a datori di lavoro e lavoratori. In particolare, sono ammessi al “Programma Operativo Nazionale Iniziativa Occupazione Giovani” i giovani di età compresa tra i 16 e i 24 anni, che non siano inseriti in un percorso di studio o formazione e che risultano essere disoccupati da almeno sei mesi. Il ...

17 gennaio 2017 in Rassegna Stampa
Fonte: Fisco e Tasse
Senza categoria

Dichiarazione IVA 2017: approvato il modello

Scritto da: redazione

I modelli di dichiarazione IVA 2017 e le relative istruzioni sono stati approvati ieri con il Provvedimento del Direttore dell'Agenzia delle Entrate n.10050/2017 e sono disponibili sul sito dell’Agenzia delle Entrate e sul sito del Ministero dell’Economia e delle Finanze .  In particolare nel provvedimento di ieri sono stati approvati con numerose modifiche al modello precedente: a) Modello IVA/2017 composto da: il frontespizio, contenente anche l’informativa relativa al trattamento dei dati personali; i quadri VA, VB, VC, VD, VE, VF, VJ, VI, VH, VK, VN, VL, VT, VX, VO, VG, VS, VV, VW, VY e VZ; b) Modello IVA BASE/2017 composto da: il frontespizio, contenente anche l’informativa relativa al trattamento dei dati personali; i quadri VA, VB, VE, VF, VJ, VI, VH, VL, VX e VT. Ecco le principali novità dei modelli: Termini e modalità di presentazione : la dichiarazione Iva non può più essere presentata in forma unificata insieme alla dichiarazione ...

17 gennaio 2017 in Rassegna Stampa
Fonte: Agenzia delle Entrate

Fabbricati rurali censiti nel Catasto terreni: pubblicato l’elenco

Scritto da: redazione

Sono ancora numerosi i fabbricati rurali censiti nel catasto terreni, così l'Agenzia delle Entrate ha reso disponibile l'elenco. In particolare, nel comunicato stampa di ieri 16 gennaio 2017, l’Agenzia ha ricordato che i titolari di diritti reali sugli immobili rurali hanno l’obbligo di dichiararli al Catasto fabbricati: se questo non è stato fatto i proprietari possono ancora presentare la dichiarazione di aggiornamento, usufruendo dell’istituto del ravvedimento operoso. In mancanza, gli Uffici provinciali-Territorio dell’Agenzia delle Entrate procederanno all’accertamento applicando le sanzioni previste dalla legge. Di seguito il testo del comunicato stampa: Sanzioni ridotte per la regolarizzazione spontanea La legge 214/2011 (cosiddetta “Salva Italia”) ha previsto l’obbligo, per i proprietari di fabbricati rurali che risultavano ancora censiti al Catasto terreni, di dichiararli al Catasto fabbricati. I proprietari inadempienti riceveranno nelle prossime settimane una comunicazione da parte dell’Agenzia, che li inviterà a regolarizzare spontaneamente la ...

17 gennaio 2017 in Rassegna Stampa
Fonte: Fisco e Tasse
Senza categoria

Comunicazione spese edilizie: cosa deve fare il condominio minimo?

Scritto da: redazione

Entro il 28 febbraio 2017 gli amministratori di condominio devono comunicare all'Agenzia delle Entrate i dati relativi agli interventi di recupero del patrimonio edilizio e di riqualificazione energetica eseguiti sulle parti comuni dei condominii nel corso del 2016. Lo scopo è permettere all'Agenzia delle Entrate di inserire tali spese nelle dichiarazioni precompilate 2017. Il nuovo adempimento è regolato dal decreto del MEF del 1° dicembre 2016 pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 20.12.2016. L’Agenzia delle Entrate, il 9 dicembre 2016 ha pubblicato sul proprio sito le risposte ad alcune domande sulle spese di ristrutturazione edilizia e risparmio energetico su parti comuni condominiali, chiarendo anche il comportamento che deve avere il cd. condominio minimo. In particolare: se il condominio con condòmini fino a otto ha nominato un amministratore (ai sensi dell’articolo 1129 del codice civile la nomina dell’amministratore è obbligatoria solo se i condòmini ...

17 gennaio 2017 in Rassegna Stampa
Fonte: Agenzia delle Entrate
Senza categoria

730/2017: online il modello e le istruzioni definitive

Scritto da: redazione

I modelli 730, 730-1,730-2 per il sostituto d’imposta, 730-2 per il CAF e per il professionista abilitato, 730-3, 730-4, 730-4 integrativo, con le relative istruzioni, nonché della bolla per la consegna del modello 730-1, concernenti la dichiarazione semplificata agli effetti dell’imposta sul reddito delle persone fisiche, da presentare nell’anno 2017 da parte dei soggetti che si avvalgono dell’assistenza fiscale, sono stati tutti approvati ieri con il Provvedimento n. 10043.  Sono diverse le novità che entreranno nel modello dichiarativo dei 730/2017. Di seguito il testo del comunicato stampa dell'Agenzia di oggi, 5 gennaio 2017, con le principali novità presenti nella bozza del modello: Premi di risultato - Da quest’anno è prevista una tassazione agevolata per i dipendenti del settore privato che percepiscono premi di risultato d’importo non superiore a 2.000 euro o a 2.500 euro se l’azienda coinvolge pariteticamente i lavoratori nell’organizzazione del ...

16 gennaio 2017 in Rassegna Stampa
Fonte: Agenzia delle Entrate

Redditi Enti non commerciali, Società di capitali e Consolidato: online le bozze

Scritto da: redazione

Le bozze delle dichiarazioni Redditi Enc (Enti non commerciali) e Sc (Società di capitali) e del modello Cnm  (Consolidato nazionale e mondiale) con le relative istruzioni, da utilizzare per il periodo d’imposta 2016 sono disponibili da ieri sul sito dell'Agenzia delle Entrate. Il nome del modello è stato modificato da Unico in Redditi 2017, poiché da quest’anno la dichiarazione Iva non potrà più essere presentata in forma unificata insieme alla dichiarazione dei redditi. Ecco le principali novità indicate nel comunicato stampa del 16.01.2017 dell'Agenzia delle Entrate: School bonus ai nastri di partenza - Con i nuovi modelli diventa possibile utilizzare il credito d’imposta per le erogazioni liberali in denaro destinate agli investimenti in favore di tutti gli istituti del sistema nazionale di istruzione, per la realizzazione di nuove strutture scolastiche, la manutenzione e il potenziamento di quelle esistenti per il sostegno a ...

16 gennaio 2017 in Rassegna Stampa
Fonte: Fisco Oggi
Senza categoria

Sentenza di merito senza validi motivi: va annullata

Scritto da: redazione

Il ragionamento logico e giuridico che ha indirizzato la commissione verso la decisione adottata deve essere chiaro altrimenti la sentenza è viziata e deve essere annullata. E' questo il principio statuito dalla Corte di Cassazione, sezione VI, nell’ordinanza n. 25856 del 15 dicembre 2016. La vicenda processuale A seguito di un atto di compravendita di terreno, l’ufficio aveva notificato ai venditori un avviso di accertamento con il quale recuperava a tassazione una plusvalenza non dichiarata, non ritenendo perfezionata la “procedura” di rivalutazione dell’immobile a causa di un insufficiente versamento dell’importo dovuto a titolo di imposta sostitutiva. Entrambi i gradi di merito si sono conclusi a favore del contribuente. Tuttavia,la CTR dopo aver esposto il fatto e le posizioni delle parti, hanno concluso l'atto in questo modo “La commissione ritiene infondato l’appello dell’ufficio. P.Q.M. La Commissione rigetta e conferma la sentenza impugnata.”. L’Amministrazione finanziaria ...

16 gennaio 2017 in Rassegna Stampa
Fonte: Fisco e Tasse
Senza categoria

Comunicazione spese mediche: invio dei dati in caso di spesa non sanitaria

Scritto da: redazione

Entro il 31 gennaio 2017 i soggetti esercenti prestazioni sanitarie dovranno trasmettere al Sistema Tessera Sanitaria (STS) i dati di tali spese effettuate dai contribuenti nel 2016.Lo scopo è permettere all’Agenzia delle Entrate di inserire tali spese nelle dichiarazioni dei redditi precompilate. Con il Decreto del 1° settembre 2016, il MEF ha ampliato la platea dei soggetti tenuti ad assolvere l'adempimento e con il provvedimento del 15.09.2016 l'Agenzia delle Entrate ha esteso le modalità di accesso/opposizione dei dati ai nuovi soggetti obbligati. Alcuni chiarimenti sono presenti nelle risposte delle FAQ pubblicate sul sito del Sistema Tessera Sanitaria, come nel caso in cui le strutture sanitarie a carattere residenziale abbiano una fattura che non divide tra spese sanitarie e spese di comfort. In particolare, qualora dal documento di spesa non sia possibile distinguere la quota di spesa sanitaria da quella non sanitaria (a titolo esemplificativo, ...

16 gennaio 2017 in Rassegna Stampa
Fonte: Fisco e Tasse

Sciopero commercialisti proclamato dal 26 febbraio al 6 marzo 2017

Scritto da: redazione

Le Associazioni nazionali dei commercialisti, ADC – AIDC – ANC – ANDOC – UNAGRACO – UNGDCEC – UNICO, firmatarie del codice di autoregolamentazione delle astensioni collettive dalle attività dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 185 dell’11 agosto 2014, proclamano l’astensione collettiva della categoria. Lo hanno reso noto i rappresentanti delle associazioni dei professionisti (Adc, Aidc, Anc, Andoc, Unagraco, Ungdcec, Unico) con comunicato stampa del 12 gennaio 2017. L’astensione, già anticipata nel corso della manifestazione del 14/12/2016, riguarderà le seguenti attività: Invio telematico delle dichiarazioni annuali IVA relative all’anno 2016; Rappresentanza in seno alle Commissioni tributarie. L’astensione avrà decorrenza dalle ore 24:00 del giorno 26.02.2017 e terminerà alle ore 24:00 del giorno 06.03.2017. Durante il periodo di astensione saranno comunque garantite le prestazioni indispensabili di cui all’art. 5 del codice di autoregolamentazione vigente.

16 gennaio 2017 in Rassegna Stampa
Fonte: Ministero dello Sviluppo Economico
Senza categoria

Credito di imposta per il Mezzogiorno: ecco le modalità

Scritto da: redazione

La legge di stabilità 2016 ha istituito a decorrere dal 1° gennaio 2016 e fino al 31 dicembre 2019, un credito d’imposta per l’acquisto di beni strumentali nuovi destinati a strutture produttive ubicate nelle regioni del Mezzogiorno Con decreto direttoriale 4 gennaio 2017 sono state definite le modalità che consentono alle Pmi delle regioni Campania, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia, Molise, Sardegna Abruzzo l'utilizzo  delle risorse del Pon Imprese e Competitività 2014-2020 per l’acquisto di beni strumentali nuovi destinati a strutture produttive. Possono accedere alla valutazione di ammissibilità al Pon i progetti d’investimento  che hanno già ricevuto dall’Agenzia delle Entrate l’autorizzazione a fruire del credito d’imposta e che siano: non ultimati al momento della presentazione della Comunicazione trasmessa all’Agenzia delle Entrate di importo complessivo almeno pari a euro 500.000,00 riconducibili agli ambiti applicativi di specializzazione intelligente caratterizzati dalla presenza di immobilizzazioni innovative

13 gennaio 2017 in Rassegna Stampa
Fonte: Fisco e Tasse
Senza categoria

Comunicazione spese sanitaria: invio dati anche in caso di assicurazione

Scritto da: redazione

Entro il 31 gennaio 2017 i soggetti esercenti prestazioni sanitarie dovranno trasmettere al Sistema Tessera Sanitaria (STS) i dati di tali spese effettuate dai contribuenti nel 2016.Lo scopo è permettere all’Agenzia delle Entrate di inserire tali spese nelle dichiarazioni dei redditi precompilate. Con il Decreto del 1° settembre 2016, il MEF ha ampliato la platea dei soggetti tenuti ad assolvere l'adempimento e con il provvedimento del 15.09.2016 l'Agenzia delle Entrate ha esteso le modalità di accesso/opposizione dei dati ai nuovi soggetti obbligati. Alcuni chiarimenti sono presenti nelle risposte delle FAQ pubblicate sul sito del Sistema Tessera Sanitaria, come nel caso dell'invio o meno delle spese mediche sostenute da Assicurazioni o Fondi per conto del cittadino. In particolare, con riferimento alle convenzioni dirette, la prassi dell’Agenzia delle entrate ha chiarito che il pagamento diretto alle strutture sanitarie che venga effettuato in tutto o per ...

13 gennaio 2017 in Rassegna Stampa
Fonte: Agenzia delle Entrate
Senza categoria

Fondo di solidarietà per gli investitori: gli indennizzi sono esenti

Scritto da: redazione

Gli indennizzi che risarciscono il valore di acquisto o sottoscrizione di strumenti finanziari emessi dagli istituti di credito oggetto del decreto “Salva banche” (Dl 183/2015) non sono soggetti a imposizione . Con la risoluzione n. 3/E pubblicata il 12 gennaio 2017, l’Agenzia delle Entrate ha chiarito che non è tassabile l’indennizzo erogato dal Fondo di Solidarietà. Il fodno era stato istituito appositamente dalla legge di Stabilità 2016 per gli investitori persone fisiche che, avendo acquistato obbligazioni dalle banche insolventi oggetto dell’intervento dello Stato, sono stati risarciti con un indennizzo erogato in via forfetaria a seguito di un’apposita istanza, oppure a conclusione di una procedura arbitrale. Sotto il profilo fiscale, infatti, si tratta di un reintegro patrimoniale che non ha, conseguentemente, rilevanza ai fini delle imposte. In particolare, nel comunicato stampa è stato chiarito che: "La legge di Stabilità 2016 ha istituito un Fondo di ...

13 gennaio 2017 in Rassegna Stampa
Fonte: Ministero dell'Economia e delle Finanze
Senza categoria

Due per mille ai partiti politici 2016: ecco l’assegnazione

Scritto da: redazione

Sul sito del Ministero dell'Economia e delle Finanze sono stati pubblicati online i dati sul 2 per mille dell'irpef ai partiti politici rilevati dalle dichiarazioni 2016. Di sgeuito la tabella in ordine alfabetico dei partiti: Partiti Importo del 2 per mille Centro Democratico  160.916 Federazione dei verdi  167.865 Fratelli d'Italia - Alleanza Nazionale   569.865 Italia dei Valori   64.910 Lega Nord per l'indipendenza della Padania   1.411.007 Movimento Associativo Italiani all'estero   43.702 Movimento La Puglia in più   32.715 Movimento politico Forza Italia 615.761 Nuovo Centrodestra   259.629 Partito autonomista Trentino Tirolese   32.833 Partito della Rifondazione Comunista - Sinistra Europea 459.970 Partito Democratico 6.401.481 Partito Liberale Italiano 59.157 Partito Socialista Italiano  141.381 Popolari per l'Italia  24.514 Scelta Civica 117.337 Sinistra Ecologia e Libertà  838.155 Sudtiroler Volkspartei  234.510 Union Valdotaine  51.485 Unione di Centro   27.743 Unione per il Trentino  48.290   

13 gennaio 2017 in Rassegna Stampa
Fonte: Fisco e Tasse
Senza categoria

Canone RAI 2017 in bolletta: i chiarimenti per l’attivazione in corso d’anno

Scritto da: redazione

Il canone RAI dal 2016 viene pagato dai contribuenti nella bolletta dell'energia elettrica in modo rateale. Infatti, nel caso in cui esista un’utenza per la fornitura di energia elettrica nel luogo in cui un soggetto ha la sua residenza anagrafica si presume la detenzione di un apparecchio televisivo, che costituisce presupposto dell’obbligo di pagamento del canone in rate mensili, addebitate sulle fatture emesse dall’impresa elettrica. La Legge di stabilità 2017 ha ridotto il canone RAI a 90 euro. Alcuni chiarimenti in merito al canone RAI per il 2017 sono stati forniti dall'Agenzia delle Entrate con la Circolare n. 45/E del 30 dicembre 2016. Di seguito è riepilogato il comportamento che il contribuente deve seguire in determinati casi di attivazione/disattivazione della fornitura. Contribuente con una fornitura residente attivata successivamente al 1/1 ed entro il 30/09 Si applica il canone dalla rata del mese ...

13 gennaio 2017 in Rassegna Stampa
Fonte: Fisco e Tasse

Milleproroghe 2017: bilancio di previsione Enti locali al 31 marzo 2017

Scritto da: redazione

Il differimento della scadenza per l’approvazione del bilancio di previsione degli enti locali, disposta al 31/03/2017, dal decreto Milleproroghe, comporta, per tutti gli enti che non hanno provveduto ad approvare comunque, entro il 31 dicembre 2016, il bilancio di previsione per il triennio 2017-2019, l’avvio dell’esercizio provvisorio. Questo fatto si verifica ogniqualvolta la scadenza del termine per l’approvazione del bilancio di previsione sia prorogata, da norme statali, oltre l’inizio dell’esercizio finanziario di riferimento. In questi casi l’esercizio provvisorio è automaticamente autorizzato sino al termine stabilito. Gli enti locali, dall’inizio dell’esercizio provvisorio e sino all’approvazione del bilancio, possono effettuare spese in misura non superiore ad 1/12 delle somme previste dall’ultimo bilancio definitivamente approvato. In altre parole, fino a tale termine la gestione è effettuata sulla base delle autorizzazioni del secondo esercizio compreso nel triennio di riferimento dell'ultimo bilancio di previsione approvato. Per ...