RASSEGNA STAMPA

18 agosto 2017 in Rassegna Stampa
Fonte: Fisco Oggi

Fattura emessa e non conservata: per la Cassazione è occultata la contabilità

Scritto da: redazione

E' sufficiente non stampare la documentazione per rientrare nel reato di occultamento della stessa, che si realizza ogni volta in cui la distruzione o l’occultamento dei documenti contabili dell’impresa non consenta o renda difficoltosa la ricostruzione delle operazioni. A ribadire questo principio è la Corte di cassazione, terza sezione penale, con la sentenza n. 35173 del 18 luglio 2017. Nella vicenda processuale, un commercialista era stato condannato sia in primo grado che in Corte d'Appello per il reato di occultamento delle scritture contabili obbligatorie previsto dall’articolo 10 del Dlgs 74/2000. Ricorreva così per Cassazione il professionista in quanto a suo avviso, i giudici territoriali avevano erroneamente paragonato l’omessa esibizione dei documenti mai detenuti all’eliminazione fisica degli stessi.  La Corte di Cassazione ha ritenuto il ricorso inammissibile per manifesta infondatezza dei motivi, ribadendo il principio secondo cui, in tema di reati tributari, l’impossibilità ...

18 agosto 2017 in Rassegna Stampa
Fonte: Fisco e Tasse

Definizione liti pendenti: quando puo’ essere negata

Scritto da: redazione

Agli Uffici dell’Agenzia delle entrate spetta il compito di verificare la regolarità della domanda e la ricorrenza dei presupposti richiesti dall’articolo 11 per la validità della definizione. Il comma 10 dell’articolo 11 stabilisce che l’eventuale diniego di definizione deve essere notificato al contribuente entro il 31 luglio 2018. Tale data rappresenta, quindi, il termine ultimo entro cui gli Uffici devono completare le verifiche in ordine alla validità della definizione. Va in proposito ribadito - come precisato nel paragrafo 8 – che la tempistica delle predette verifiche è essenzialmente dettata dalla circostanza che i termini per l’impugnazione delle sentenze, per effetto della sospensione automatica di sei mesi, vanno a scadere nel periodo che va dal 24 ottobre 2017 al 30 marzo 2018 e, dunque, antecedentemente all’ultima data utile per notificare il diniego; ciò impone agli Uffici di anticipare l’esame della regolarità della domanda ...

17 agosto 2017 in Rassegna Stampa
Fonte: Fisco e Tasse

Definizione liti pendenti 2017: sospensione termini di impugnazione

Scritto da: redazione

L’articolo 11 del DL 50/2017, convertito, con modificazioni, dalla legge 21 giugno 2017, n. 96, ha introdotto la definizione agevolata delle controversie tributarie “in cui è parte l’agenzia delle entrate, pendenti in ogni stato e grado di giudizio”, nelle quali il “ricorso sia stato notificato alla controparte entro la data di entrata in vigore” del medesimo decreto, ossia entro il 24 aprile 2017. In particolare, ai sensi del comma 9 dell’articolo 11, relativamente alle liti che possono essere definite, sono sospesi per un periodo di sei mesi, “i termini di impugnazione, anche incidentale, delle pronunce giurisdizionali e di riassunzione che scadono dalla data di entrata in vigore del presente articolo fino al 30 settembre 2017”. Pertanto, se la lite rientra tra quelle definibili, è automaticamente sospeso per sei mesi il termine – breve o lungo - per impugnare, in via principale o ...

17 agosto 2017 in Rassegna Stampa
Fonte: Fisco e Tasse

ONLUS: erogazioni liberali valide anche se effettuate con il cellulare

Scritto da: redazione

La Legge annuale sulla concorrenza e il mercato 2017 è stata recentemente approvata, e contiene numerose novità. Una di questa riguarda le modalità di pagamento valide ai fini delle erogazioni liberali destinate a ONLUS e alle associazioni e fondazioni. In particolare, al comma 50 dell'articolo 1 è previsto che le erogazioni liberali destinate alle: organizzazioni senza scopo di lucro di natura privata di cui all’articolo 10 del decreto legislativo 4 dicembre 1997, n. 460, e successive modificazioni, alle associazioni di promozione sociale iscritte nei registri di cui all’articolo 7 della legge 7 dicembre 2000, n. 383, alle associazioni e fondazioni riconosciute che operano nei settori di cui al citato articolo 10, comma 1, lettera a), del decreto legislativo 4 dicembre 1997, n. 460, possono essere effettuate tramite credito telefonico. Al fine di evitare situazioni di insolvenza, l’utente che intende usufruire di queste modalità ...

17 agosto 2017 in Rassegna Stampa
Fonte: Fisco e Tasse

Professionisti: preventivo solo in forma scritta

Scritto da: redazione

Il comma 151 della Legge annuale per la concorrenza e il mercato 2017 introduce alcune modifiche in tema di preventivi dei professionisti. In particolare, dopo le novità introdotte all'articolo 9, comma 4, del DL 1/2012 (convertito, con modificazioni, dalla legge 24 marzo 2012, n. 27) il compenso per le prestazioni professionali e' pattuito, nelle forme previste dall'ordinamento, al momento del conferimento dell'incarico professionale. Il professionista deve rendere noto obbligatoriamente, in forma scritta o digitale al cliente il grado di complessita' dell'incarico, fornendo tutte le informazioni utili circa gli oneri ipotizzabili dal momento del conferimento fino alla conclusione dell'incarico e deve altresi' indicare i dati della polizza assicurativa per i danni provocati nell'esercizio dell'attivita' professionale. In ogni caso la misura del compenso e' previamente resa nota al cliente obbligatoriamente, in forma scritta o digitale con un preventivo di massima, deve essere adeguata all'importanza dell'opera e ...

17 agosto 2017 in Rassegna Stampa
Fonte: Fisco e Tasse

Registro Unico del Terzo Settore: ecco i dati che saranno resi pubblici

Scritto da: redazione

Il Registro Unico registrerà tutti gli eventi della vita dell’ente del Terzo Settore partendo dalla costituzione e successivamente tutte le modifiche che interverranno nel corso della sua vita e consentirà l’omogenea e piena conoscibilità su tutto il territorio nazionale degli elementi informativi del Registro, garantendo la comunicazione dei dati tra il Registro delle imprese ed il Registro unico nazionale del Terzo settore con riferimento alle imprese sociali e agli altri enti del Terzo settore iscritti nel registro delle imprese. Nel Registro unico nazionale del Terzo settore devono risultare per ciascun ente almeno le seguenti informazioni: la denominazione; la forma giuridica; la sede legale, con l'indicazione di eventuali sedi secondarie; la data di costituzione; l'oggetto dell'attivita' di interesse generale il codice fiscale o la partita IVA; il possesso della personalita' giuridica e il patrimonio minimo le generalita' dei soggetti che hanno la rappresentanza legale dell'ente; le generalita' dei soggetti che ricoprono cariche ...

17 agosto 2017 in Rassegna Stampa
Fonte: Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale

Prestazioni occasionali: per le sanzioni arrivano i chiarimenti INL

Scritto da: redazione

Nella recente   circolare INL n. 5/2017 dell’Ispettorato nazionale del lavoro  ha fornito le prime indicazioni al personale ispettivo in tema di contratto di lavoro occasionale , istituito in sostituzione dei voucher lavoro dal decreto N. 50 2017, specificando in particolare le diverse sanzioni previste . L'ispettorato ricorda che innazitutto che per prestazioni occasionali devono intendersi le  attività lavorative che danno luogo nel corso di un anno civile (1° gennaio - 31 dicembre) a compensi netti  complessivamente: - non superiori a 5.000 euro per ciascun prestatore di lavoro, con riferimento alla totalità degli utilizzatori - non superiori a 5.000 euro per ciascun utilizzatore, con riferimento alla totalità dei prestatori di lavoro -  non superiori a 2.500 euro, per le prestazioni complessivamente rese da ogni prestatore di lavoro in favore del medesimo utilizzatore, non possono comunque essere superati i limit di durata pari a 280 ore nell’arco dello stesso anno ...

16 agosto 2017 in Rassegna Stampa
Fonte: Fisco e Tasse

Legge per la concorrenza e il mercato 2017: novità per il leasing

Scritto da: redazione

La Legge per il mercato e la concorrenza 2017 contiene nuove indicazioni sul contratto di leasing. In particolare, il comma 137 dell'articolo unico, prevede che " Per locazione finanziaria si intende il contratto con il quale la banca o l’intermediario finanziario iscritto nell’albo di cui all’articolo 106 del testo unico di cui al decreto legislativo 1o settembre 1993, n. 385, si obbliga ad acquistare o a far costruire un bene su scelta e secondo le indicazioni dell’utilizzatore, che ne assume tutti i rischi, anche di perimento, e lo fa mettere a disposizione per un dato tempo verso un determinato corrispettivo che tiene conto del prezzo di acquisto o di costruzione e della durata del contratto. Alla scadenza del contratto l’utilizzatore ha diritto di acquistare la proprietà del bene ad un prezzo prestabilito ovvero, in caso di mancato esercizio del diritto, l’obbligo ...

16 agosto 2017 in Rassegna Stampa
Fonte: Fisco e Tasse

Definizioni liti pendenti 2017: come si perfezionano in caso di coobblidati

Scritto da: redazione

In presenza di più coobbligati, la definizione effettuata da parte di uno di essi esplica efficacia anche a favore degli altri. In tal senso dispone il comma 11 dell’articolo 11 del DL 50/2017, secondo cui “La definizione perfezionata dal coobbligato giova in favore degli altri, inclusi quelli per i quali la controversia non sia più pendente, fatte salve le disposizioni del secondo periodo del comma 7”. Si tratta di norma sostanzialmente analoga a quella contenuta nel comma 10 dell’articolo 16 della legge n. 289 del 2002, applicabile anche nell’ambito della chiusura delle c.d. liti fiscali minori, prevista dall’articolo 39, comma 12, del DL n. 98 del 2011, per cui si reiterano le osservazioni contenute, sullo specifico punto, nei documenti di prassi concernenti le predette disposizioni legislative. In sintesi, come chiarito dalla Circolare 22/e del 28 luglio 2017, relativamente alle controversie riguardanti una ...

16 agosto 2017 in Rassegna Stampa
Fonte: Fisco e Tasse

Voluntary disclosures 2017: riepilogo dopo la proroga al 2 ottobre

Scritto da: redazione

La procedura di collaborazione volontaria (cd. Voluntary Disclosures) è stata prorogata al 30 settembre che cadendo di sabato viene spostato al 2 ottobre 2017 dal DPCM del 28 luglio 2017. La ricevuta di ricezione dell'istanza che è indispensabile per trasmettere la documentazione assieme alla relazione di accompagnamento, è disponibile entro 5 giorni lavorativi successivi a quello del corretto invio della domanda all'agenzia delle Entrate, salvo cause di forza maggiore. Per quanto riguarda la relazione e la documentazione integrative, devono essere trasmesse entro il 2 ottobre, a mezzo pec, all'indirizzo generato automaticamente nella ricevuta con cui l'Agenzia delle Entrate attesta l'avvenuta trasmissione della richiesta. Questa data non è stata ritoccata dal DPCM del 04/08/2017 che ha posticipato solamente l’ultima data utile per il primo invio dell’istanza dal 31 luglio al 30 settembre.  Dovrebbe ritenersi, inoltre, valida anche la precisazione fornita durante la voluntary 1 ...

16 agosto 2017 in Rassegna Stampa
Fonte: Fisco e Tasse

Chi sono i volontari del no profit

Scritto da: redazione

Secondo il Codice del terzo Settore, il volontario è una persona che, per sua libera scelta, svolge attività in favore della comunità e del bene comune, per il tramite di un ente del Terzo settore, mettendo a disposizione il proprio tempo e le proprie capacità per promuovere risposte ai bisogni delle persone e delle comunità beneficiarie della sua azione, in modo personale, spontaneo e gratuito, senza fini di lucro, neanche indiretti, ed esclusivamente per fini di solidarietà. Le spese sostenute dal volontario possono essere rimborsate anche a fronte di una autocertificazione, purché non superino l’importo di 10 euro giornalieri e 150 euro mensili e l’organo sociale competente deliberi sulle tipologie di spese e le attività di volontariato per le quali è ammessa questa modalità di rimborso. Gli enti del Terzo settore che si avvalgono di volontari nello svolgimento delle attività di interesse generale, ...

16 agosto 2017 in Rassegna Stampa
Fonte: Inps

Incentivo Sud: proroga per la richiesta degli arretrati

Scritto da: redazione

L'Inps ha comunicato nel  messaggio n. 3272 del 10 agosto scorso che  viene prorogato il termine  per il recupero degli arretrati dell' Incentivo occupazione SUD  istituito dal D.LGS n. 150 2015 e regolato dal  Decreto Direttoriale del Ministero del Lavoro n. 367 del 16 novembre 2016. In particolare viene modificato quanto affermato dalla circolare Inps n. 41 del 1° marzo 2017  . Come noto   il decreto prevedeva un bonus per le aziende  che assumono “i soggetti privi di impiego che dichiarano, in forma telematica, al sistema informativo unitario delle politiche del lavoro  la propria immediata disponibilità allo svolgimento di attività lavorativa e alla partecipazione alle misure di politica attiva del lavoro concordate con il centro per l’impiego”; Il requisito doveva essere verificato e comunicato all’Istituto dall’Agenzia Nazionale Politiche Attive del Lavoro (ANPAL). Si sono verificati però numerosi disguidi e ritardi  nell’aggiornamento ...

14 agosto 2017 in Rassegna Stampa
Fonte: Agenzia delle Entrate

Microimprese zona Franca Emilia: codice tributo F24

Scritto da: redazione

Con la Risoluzione 110/E del 11 agosto 2017 l'Agenzia delle Entrate ha istituito il codice tributo per Utilizzo in compensazione tramite modello F24, ai fini del pagamento per l’anno 2017 delle imposte sui redditi, dell’IRAP e dell’IMU, delle agevolazioni spettanti alle microimprese localizzate nella zona franca dell’Emilia - articolo 12 del decreto-legge 19 giugno 2015, n. 78. Zona franca sono i territori dell’Emilia colpiti dall’alluvione del 17 gennaio 2014 e i comuni colpiti dal sisma del 20 e 29 maggio 2012. In particolare, facendo seguito alla risoluzione n. 106/E del 1° agosto 2017, si rende noto che le imprese beneficiarie delle agevolazioni in oggetto, in fase di compilazione del modello F24 ai fini del pagamento delle imposte sui redditi, dell’IRAP e dell’IMU, possono utilizzare in compensazione le predette agevolazioni indicando anche gli anni d’imposta 2017, 2018 e 2019, in corrispondenza del ...

14 agosto 2017 in Rassegna Stampa
Fonte: Fisco e Tasse
Senza categoria

Terzo Settore: agevolazioni per il social lending

Scritto da: redazione

Il Codice del Terzo Settore all’art.78 disciplina il regime fiscale del c.d. social lending al fine di favorire la raccolta di capitale di rischio assoggettando, per il tramite di una ritenuta a titolo d'imposta, la remunerazione del capitale al medesimo trattamento fiscale previsto per i titoli di Stato. Si ricorda che il Provvedimento della Banca d'Italia, emanato 1'8 novembre 2016, recante disposizioni per la raccolta del risparmio dei soggetti diversi dalle banche, definisce - alla sezione IX – ll social lending (o lending based crowdfunding) come lo strumento attraverso il quale una pluralità di soggetti può richiedere a una pluralità di potenziali finanziatori, tramite piattaforme on-line, fondi rimborsabili per uso personale o per finanziare un progetto. Il termine “social lending” deriva dall’inglese “to lend”, prestare, ed è noto anche come peer-to-peer lending, abbreviato in P2P lending e tradotto in italiano come prestito ...

14 agosto 2017 in Rassegna Stampa
Fonte: Fisco e Tasse

Definizione liti pendenti 2017: domanda di definizione

Scritto da: redazione

Nella recente circolare del 22/E del 28 luglio 2017, l'Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti sulla defizioni agevolata delle controversie tributarie pendenti in ogni stato di giudizio e con controparte l'Agenzia. In particolare, il comma 1 dell’articolo 11 del DL 50/2017 (convertito, conmodificazioni, dalla legge 21 giugno 2017, n. 96) subordina la definizione alla presentazione di un’apposita domanda da rivolgere all’Ufficio dell’Agenzia delle entrate parte in giudizio da redigere compilando il modello conforme a quello approvato con provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle entrate prot. n. 140316 del 21 luglio 2017, emesso in attuazione delle disposizioni di cui al comma 12 dell’articolo 11 . Ai fini della definizione, la lite deve essere ancora pendente alla data di presentazione della domanda, ossia, come recita il comma 3 dell’articolo 11, le liti sono definibili qualora “alla data di presentazione della domanda di cui al comma 1 il ...

14 agosto 2017 in Rassegna Stampa
Fonte: Fisco e Tasse

Pubblicata la proroga al 21 agosto 2017

Scritto da: redazione

 Il Presidente del Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro dell’Economia e delle Finanze, ha disposto il differimento dei termini per il versamento delle imposte dichiarate nell’anno 2017 da imprese e lavoratori autonomi. Il decreto del Presidente del Consiglio, del 3 agosto, è stato registrato dalla Corte dei Conti e sarà pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana. L'ufficialità della proroga è stata molto attesa dei professionisti e dalle imprese. In particolare, l'articolo 1 del DPCM prevede che i contribuenti titolari di redditi di impresa o di lavoro autonomo di cui all'articolo 53 comma 1 del T.U.I.R (DPR 917/86) tenuti entro il 30 giugno 2017 ai versamenti risultatnti dalle dichiarazioni dei redditi, dall'IRAP e dall'IVA, con la maggiorazione dello 0.40% a titolo di interesse per ogni mese o frazione di mese successivo al 16 marzo, effetuano i versamenti:  entro il 20 luglio senza ...

11 agosto 2017 in Rassegna Stampa
Fonte: Servizio Studi del Senato

La valutazione dell’impatto sociale nel terzo Settore

Scritto da: redazione

Gli Enti del Terzo ai fini anche della valutazione dell’impatto sociale saranno obbligate a pubblicare sul proprio sito internet il bilancio sociale, redatto secondo le Linee Guida. Ma cos’è la valutazione dell’impatto sociale e come si misura? Le schede di lettura che accompagnano l’atto di Governo 417 sul Codice del terzo Settore, del Servizio Studi del Senato,  rispondono a questa domanda in maniera esauriente come segue: La valutazione dell’impatto sociale viene definito dalla legge delega (L. 106/2016) come “la valutazione qualitativa e quantitativa, sul breve, medio e lungo periodo, degli effetti delle attività svolte sulla comunità di riferimento rispetto all'obiettivo individuato”. L’art. 7 della Legge delega rinvia alla predisposizione delle Linee guida in tema di valorizzazione del ruolo degli enti del Terzo settore nella fase di programmazione degli interventi territoriali e di individuazione di modalità per l'affidamento dei servizi d'interesse generale improntate al rispetto ...

11 agosto 2017 in Rassegna Stampa
Fonte: Il Sole 24 Ore

Versamenti 2017: ancora in attesa dell’ufficialità della proroga al 21 agosto

Scritto da: redazione

Ancora nessuna traccia del DPCM con la proroga ufficiale al 21 agosto 2017 per il versamento della prima rata Irpef a titolo di primo acconto 2017 e saldo 2016 con la maggiorazione dello 0,40% a titolo di interesse corrispettivo per i titolari di partita IVA. A rassicurare sulla proroga per ora, in attesa del DPCM ufficiale ci sono: lo scadenzario dell'Agenzia delle Entrate che prevede i versamenti per professionisti e imprese tra gli adempimenti al 21 agosto 2017 il comunicato stampa con cui il 26 luglio scorso il Mef ha annunciato un decreto con cui il termine già differito al 21 luglio 2017 è stato ulteriormente prorogato al 21 agosto 2017 .  Il provvedimento è molto atteso soprattutto dopo il caos che si è venuto a creare tra fine giugno e metà luglio scorso proprio in tema di proroghe dei termini per l’autoliquidazione ...

11 agosto 2017 in Rassegna Stampa
Fonte: Fisco e Tasse
Senza categoria

Elenchi percipienti somme soggette a ritenuta d’acconto

Scritto da: redazione

Pubblicati il 9 agosto 2017 dall'Agenzia delle Entrate tre Provvedimenti riguardanti gli elenchi dei percipienti somme e valori soggetti a ritenuta d’acconto nel periodo di imposta 2016. L’Amministrazione del Senato della Repubblica trasmette in via telematica all’Agenzia delle Entrate i dati fiscali relativi ai versamenti, ai crediti e alle compensazioni effettuati sulle somme e valori assoggettati a ritenuta d’acconto nonché gli altri dati previsti dalla normativa vigente entro il 31 ottobre 2017, utilizzando le specifiche tecniche per la trasmissione telematica dei dati contenuti nella dichiarazione modello 770/2017, approvate con provvedimento del 15 febbraio 2017, pubblicato il 15 febbraio 2017 sul sito internet dell’Agenzia delle Entrate ai sensi dell'articolo 1, comma 361, della legge 24 dicembre 2007 n. 244. A seguito di richiesta dell’Amministrazione del Senato della Repubblica potranno essere concordati, tra la predetta Amministrazione e l’Agenzia delle Entrate, termini e modalità di ...

11 agosto 2017 in Rassegna Stampa
Fonte: Fisco e Tasse

La costituzione di una associazione no profit

Scritto da: redazione

L’art. 21-22 del Codice del Terzo settore detta le modalità di costituzione delle associazioni no profit sia riconosciute che non riconosciute e delle fondazioni del Terzo settore. L’atto costitutivo deve contenere obbligatoriamente i seguenti elementi: - la denominazione dell’ente; - l’assenza di scopo di lucro e le finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale perseguite; - l’attività di interesse generale che costituisce l’oggetto sociale; - la sede legale e le eventuali sedi secondarie; - l’eventuale patrimonio iniziale; - le norme sull’ordinamento, l’amministrazione e la rappresentanza dell’ente; - i diritti e gli obblighi degli associati, ove presenti; - i requisiti per l’ammissione di nuovi associati, ove presenti, e la procedura di ammissione, che deve ispirarsi a criteri non discriminatori, coerenti con le finalità perseguite e l’attività di interesse generale svolta; - la nomina dei primi componenti degli organi sociali obbligatori e, quando previsto, del soggetto incaricato della revisione legale dei conti; - le norme sulla devoluzione del patrimonio residuo ...