RASSEGNA STAMPA

5 dicembre 2016 in Rassegna Stampa
Fonte: Fisco e Tasse
Senza categoria

Decreto fiscale: pubblicato in GU la conversione in Legge del D.L 193

Scritto da: redazione

Nella Gazzetta Ufficiale n. 282 del 2 dicembre 2016, è stata pubblicata la Legge 1 dicembre 2016, n. 225: Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 22 ottobre 2016, n. 193, recante disposizioni urgenti in materia fiscale e per il finanziamento di esigenze indifferibili.  Si segnalano le seguenti misure rottamazione delle cartelle esattoriali la soppressione di Equitalia modifiche alle dichiarazioni integrativa soppressione degli studi di settore nuovi termini per i versamenti e per l’invio delle dichiarazioni. Tra le novità contenute all’interno del “pacchetto semplificazioni fiscali” (art. 7-quater), di particolare interesse per i contribuenti e i professionisti, è la proroga al 23 luglio per: l’invio della dichiarazione precompilata da parte dei contribuenti la trasmissione del 20% delle dichiarazioni per i professionisti, che possono rimandare a tale data anche la consegna al contribuente di copia della dichiarazione elaborata e del relativo prospetto di liquidazione e la trasmissione telematica all'Agenzia delle ...

5 dicembre 2016 in Rassegna Stampa
Fonte: Fisco e Tasse

Dichiarazione d’intento: il Provvedimento che approva un nuovo modello

Scritto da: redazione

Con il Provvedimento n.0213221 del 02 dicembre 2016, l'Agenzia delle Entrate ha approvato il nuovo modello per le dichiarazioni d'intento per acquistare o importare beni e servizi senza applicazione dell’Iva. Il nuovo modello sarà utilizzato per le lettere d’intento relative alle operazioni di acquisto da effettuare a partire dal 1° marzo 2017.  In particolare nel Provvedimento sono approvati: il modello, con le relative istruzioni, per la dichiarazione d’intento di acquistare o importare beni e servizi senza applicazione dell’imposta sul valore aggiunto, annesso al presente provvedimento. Il modello è composto dal frontespizio, che contiene l’informativa sul trattamento dei dati personali, i dati anagrafici del soggetto richiedente e dell’eventuale rappresentante firmatario della dichiarazione, la dichiarazione d’intento, i dati del destinatario della dichiarazione e la firma del richiedente, e dal quadro A che contiene i dati relativi al plafond e l’impegno alla trasmissione telematica le specifiche ...

5 dicembre 2016 in Rassegna Stampa
Fonte: Ministero dell'Economia e delle Finanze

Versamento saldo Imu e Tasi 2016: le faq del MEF

Scritto da: redazione

Il prossimo 16 dicembre scade il termine per il versamento della seconda rata dell’IMU e della TASI per l’anno 2016. Il versamento deve essere eseguito a saldo dell'imposta dovuta per l'intero anno, con eventuale conguaglio sulla prima rata versata, sulla base delle delibere pubblicate alla data del 28 ottobre 2016 nel sito informatico www.finanze.it. Al fine di agevolare l’adempimento, anche in considerazione della vigenza per l’anno 2016 del “blocco” degli aumenti dei tributi locali, sono state elaborate dal Ministero dell'Economia e delle Finanze le risposte ad alcune domande frequentemente poste all’amministrazione finanziaria da contribuenti, operatori professionali e associazioni di categoria in merito alla corretta individuazione delle aliquote applicabili per il versamento del saldo. Pubblichiamo le Faq del Dipartimento delle Finanze.   1) Per il versamento della seconda rata dell’IMU e della TASI, che scade il 16 dicembre 2016, quali delibere occorre prendere in considerazione ...

5 dicembre 2016 in Rassegna Stampa
Fonte: Equitalia
Senza categoria

Rottamazione cartelle Equitalia: ecco la guida e il modello aggiornati

Scritto da: redazione

Sono stati aggiornati sul sito di Equitalia, il modello e le istruzioni per la compilazione del modello della rottamazione delle cartelle esattoriali dopo la conversione in legge del Decreto fiscale 193 con la legge 225 del 1 dicembre 2016 pubblicata nella Gazzetta ufficiale n.53 del 2 dicembre 2016. Di seguito i tratti principali della guida: Per aderire alla definizione agevolata è necessario utilizzare il modello di dichiarazione “DA1- Dichiarazione di adesione alla Definizione agevolata”, pubblicato in questi giorni sul sito di Equitalia. Il modello, una volta compilato in ogni sua parte va: consegnato agli sportelli di Equitalia presenti sul territorio nazionale (esclusa la regione Sicilia) inviato per e-mail agli indirizzi di posta elettronica o pec delle direzioni regionali di riferimento, riportati a pagina 4 del modello e pubblicati sul portale www.gruppoequitalia.it. Dati anagrafici: Nel modello vanno indicati i dati anagrafici del soggetto dichiarante (cioè l’intestatario ...

5 dicembre 2016 in Rassegna Stampa
Fonte: Equitalia
Senza categoria

Aggiornato il modello per la rottamazione delle cartelle esattoriali Equitalia

Scritto da: redazione

Equitalia ha aggiornato il modello DA1 per la definizione agevolata delle cartelle esattoriali  e le istruzioni per la compilazione, dopo che il Decreto Fiscale 193 è stato convertito nella L. 225 pubblicata in Gazzetta Ufficiale il 2 dicembre 2016. Dal 3 dicembre tutte le modifiche inserite nella legge di conversione sono definitivamente in vigore. Sul sito pubblicato anche l'elenco delle caselle pec Equitalia dove può essere inviata la comunicazione in alternativa alla presentazione diretta agli sportelli. Equitalia ricorda che "La definizione agevolata, prevista nell’articolo 6 del decreto legge n. 193/2016, si applica alle somme riferite ai carichi affidati a Equitalia tra il 2000 e il 2016. Chi intende aderire pagherà l’importo residuo delle somme inizialmente richieste senza corrispondere le sanzioni e gli interessi di mora. Per le multe stradali, invece, non si pagheranno gli interessi di mora e le maggiorazioni previste dalla legge.   Come ...

5 dicembre 2016 in Rassegna Stampa
Fonte: Fisco e Tasse

Istanza di rottamazione delle cartelle di pagamento entro il 31 marzo 2017

Scritto da: redazione

Dopo il via libera della Camera al decreto legge fiscale collegato alla legge di bilancio del 16 novembre, il provvedimento esce dalla Camera con una serie notevole di modifiche, in particolare vediamo quelle previste per la definizione agevolata dei ruoli. Relativamente ai carichi affidati agli agenti della riscossione negli anni dal 2000 al 2016, i debitori possono estinguere il debito senza corrispondere le sanzioni comprese in tali carichi, gli interessi di mora di cui all'articolo 30, comma 1, del DPR 602/73, ovvero le sanzioni e le somme aggiuntive di cui all'articolo 27, comma 1, del decreto legislativo 26 febbraio 1999, n. 46, provvedendo al pagamento integrale delle somme di cui alle lettere a) e b), dilazionato in rate sulle quali sono dovuti, a decorrere dal 1° agosto 2017, gli interessi nella misura di cui all'articolo 21, primo comma, del DPR 602/73. Fermo ...

2 dicembre 2016 in Rassegna Stampa
Fonte: Fisco e Tasse

Trasmissione telematica dei corrispettivi e fatture: opzione entro il 31.03

Scritto da: redazione

Con il Provvedimento n. 0212804 del 01.12.2016 l'Agenzia delle Entrate ha introdotto due importanti modifiche alla trasmissione telematica dei dati dei corrispettivi e dei dati delle fatture.  La prima novità riguarda l'esercizio delle opzioni per la trasmissione dei dati, introdotte dal Dlgs n. 127/2015 e regolate da due provvedimenti delle Entrate del 28 ottobre scorso, che a regime vanno esercitate ordinariamente: esclusivamente in modalità telematica mediante i servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate; entro il termine del 31 dicembre dell’anno precedente a quello di inizio della trasmissione dei dati delle fatture o di inizio della memorizzazione e trasmissione dei dati dei corrispettivi. Il Provvedimento di ieri prevede che la scelta potrà essere esercitata entro il 31 marzo 2017 con riferimento alle fatture e ai corrispettivi riferiti alle operazioni effettuate nel periodo d’imposta 2017 e nei 4 successivi. Questa decisione è stata presa per consentire, sia ai ...

2 dicembre 2016 in Rassegna Stampa
Fonte: Agenzia delle Entrate
Senza categoria

Studi di Settore: online il software “Segnalazioni 2016”

Scritto da: redazione

E' online, sul sito dell'Agenzia delle Entrate, il Software Segnalazioni 2016, l'applicazione che permette ai contribuenti di comunicare all'Agenzia delle Entrate informazioni o elementi giustificativi relativi a situazioni di non congruità, non normalità o non coerenza risultanti dall'applicazione degli studi di settore per il periodo d'imposta 2015, ovvero per la medesima annualità, afferenti l’indicazione in dichiarazione di cause di inapplicabilità o di esclusione. Inoltre, nel proprio cassetto fiscale i contribuenti ora hanno a disposizione i modelli degli studi di settore presentati per il periodo d’imposta 2015 e l’esito relativo allo stesso periodo d’imposta dell’applicazione degli studi di settore, ricalcolato sulla base dell’ultima versione del software Gerico pubblicata. Come segnalare elementi al Fisco Per accedere al servizio Segnalazioni 2016 occorre essere registrati nell’area riservata dei servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate. Segnalazioni 2016 è raggiungibile al seguente link: Home - Servizi online - Servizi fiscali - ...

2 dicembre 2016 in Rassegna Stampa
Fonte: Governo Italiano
Senza categoria

Camere di commercio: approvato il testo per il riordino

Scritto da: redazione

Il Consiglio dei ministri n. 141 ha approvato, in esame definitivo, il decreto legislativo per il riordino delle funzioni e del finanziamento delle Camere di commercio, industria, artigianato e agricoltura. Nello specifico, il provvedimento in attuazione della delega di cui all’articolo 10 della legge 7 agosto 2015, n.124 prevede un piano di razionalizzazione, in un’ottica di efficientamento, di efficacia e di riforma della governance delle Camere di commercio. Più nel dettaglio, entro 180 giorni dall’entrata in vigore del decreto, il numero complessivo delle Camere si ridurrà dalle attuali 105 a non più di 60 nel rispetto dei seguenti vincoli direttivi: almeno una Camera di commercio per Regione; accorpamento delle Camere di commercio con meno di 75mila imprese iscritte. Al fine di alleggerire i costi di funzionamento delle Camere, il decreto prevede 4 ulteriori azioni che riguardano: la riduzione del diritto annuale a carico delle imprese del ...

2 dicembre 2016 in Rassegna Stampa
Fonte: Fisco e Tasse
Senza categoria

Multe stradali e bollo auto: cosa prevede la rottamazione delle cartelle

Scritto da: redazione

Nella rottamazione dei carichi affidati agli agenti della riscossione dal 2000 al 2016, prevista dall'art. 6 del decreto fiscale 193/2016, sono inclusi anche le sanzioni amministrative per violazioni al Codice della strada di cui al decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285 (nel corso dell’esame alla Camera è stato infatti eliminato dalle esclusioni il riferimento alle sanzioni amministrative per violazioni al Codice della strada, disciplinate dal successivo comma 11). Restano fuori le violazioni di carattere penale (ad esempio violazioni per guida in stato di ebbrezza da 0,81 grammi/litro in su, mentre quella da 0,51 a 0,8 vi rientra se accertata dal 30 luglio 2010 in poi, essendo stata depenalizzata da quella data). Tra gli illeciti stradali penali ci sono anche la guida sotto l’effetto di droghe e il rifiuto di sottoporsi ai test su droga e alcol, le gare clandestine su ...

1 dicembre 2016 in Rassegna Stampa
Fonte: Ministero delle Politiche Agricole alimentari e forestali

Incentivi alla coltivazione del grano duro: pubblicato il decreto

Scritto da: redazione

Il Ministero delle  Politiche agricole, con Decreto ministeriale 02 novembre 2016, pubblicato nella G.U. 28 novembre 2016, n. 278,  disciplina gli aiuti previsti per le imprese agricole che abbiano sottoscritto contratti di filiera  per la contivazione del grano duro di durata almeno triennale,  direttamente o attraverso cooperative, consorzi e organizzazioni di produttori riconosciute di cui sono socie.   L'aiuto spettante a ciascun soggetto è commisurato alla superficie agricola, coltivata a grano duro nel limite di 50 ettari nella misura di 100 euro per ogni ettaro oggetto del contratto. Inoltre gli aiuti saranno concessi al soggetto beneficiario con importo massimo di 15.000 euro nell'arco di tre esercizi finanziari, alle condizioni stabilite dal regolamento (UE) n. 1408/2013 sugli aiuti «de minimis» nel settore agricolo. Fermo restando il limite massimo di 100 euro ad ettaro, l'importo unitario dell'aiuto sarà definitivamente determinato in base al rapporto tra i ...

1 dicembre 2016 in Rassegna Stampa
Fonte: Fisco e Tasse

Legge di Bilancio: come funziona la nuova IRI 2017 e a chi conviene

Scritto da: redazione

Nell’ambito del Ddl di Bilancio 2017, a decorrere dal 1° gennaio 2017 viene introdotta l’Imposta sul reddito d’impresa (IRI) (un'imposizione proporzionale e separata del reddito d’impresa) applicabile dalle imprese individuali e società di persone in contabilità ordinaria (società in nome collettivo ed in accomandita semplice) nella misura fissa del 24%, prevedendo la deducibilità dalla base imponibile delle somme prelevate dall’imprenditore e dai soci di società di persone e la concorrenza di tali somme alla formazione del reddito complessivo imponibile ai fini dell’IRPEF dell’imprenditore e dei soci. L’imposta disciplinata dal nuovo art. 55-bis, TUIR è applicabile su opzione da parte: delle imprese individuali delle società di persone (Snc e Sas) in contabilità ordinaria, e con l’aggiunta del nuovo comma 2-bis all’art. 116, TUIR, l’opzione può essere esercitata anche dalle srl trasparenti. L’opzione per il nuovo regime IRI ha durata pari a 5 periodi d’imposta, è rinnovabile ...

1 dicembre 2016 in Rassegna Stampa
Fonte: Fisco e Tasse

Iva non residenti rimborsata a terzi con delega autenticata dal notaio

Scritto da: redazione

Con la Risoluzione n. 110/E del 28.11.2016, di risposta ad un interpello ordinario, l'Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito al rimborso IVA per i soggetti non residenti stabiliti in altro Stato membro UE. Il quesito è stato posto da una società olandese il cui oggetto sociale consiste nel prestare servizi relativi alla procedura per ottenere il rimborso dell'IVA a soggetti passivi che hanno assolto la relativa imposta in uno Stato membro diverso da quello di stabilimento. L'istante chiede se è possibile incassare, per conto di altri, il rimborso IVA, come previsto dalla normativa europea, nonostante il provvedimento direttoriale preveda “il rimborso spettante è eseguito mediante accreditamento su conto corrente intestato agli stessi soggetti passivi”. L'Agenzia delle Entrate, nel rispondere ha sottolineato come con il Provvedimento Direttoriale n. 53471/2010 sono state fornite le indicazioni operative cui il soggetto non residente UE ...

1 dicembre 2016 in Rassegna Stampa
Fonte: Fisco e Tasse

Sciopero commercialisti 14 dicembre 2016:sito internet per iscriversi all’evento

Scritto da: redazione

Lo spunto per lo sciopero dei commercialisti è nato dalle novità che il decreto 193/2016 introduce, in quanto il commercialista dal prossimo anno si troverà a dover fare trimestralmente dei doppi invii: tornano infatti gli spesometri trimestrali e la comunicazione delle liquidazioni trimestrali Iva. La manifestazione però non riguarda solo i professionisti ma soprattutto le imprese, sfiancate oramai da una pressione fiscale altissima e inaccettabile e da un sistema di regole schizofrenico. In qualità di professionisti seri e sinceri dobbiamo segnalare soprattutto come il costo di tutti questi adempimenti (spesso inutili) non sempre può essere scaricato sui clienti. La manifestazione è stata indetta dalle principali Associazioni nazionali dei commercialisti ADC – AIDC – ANC – ANDOC – UNAGRACO – UNGDCEC – UNICO Per dire no a questi cambiamenti e alle mancate semplificazioni sostanziali nella riforma fiscale i commercialisti, i tributaristi, i consulenti del ...

1 dicembre 2016 in Rassegna Stampa
Fonte: Fisco e Tasse

Trasmissione telematica distributori automatici: modifiche alle specifiche

Scritto da: redazione

Con un provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle entrate del 30 giugno 2016 sono state definite le informazioni, le regole tecniche, gli strumenti e i termini per la memorizzazione elettronica e la trasmissione telematica dei dati dei corrispettivi giornalieri derivanti dall’utilizzo di distributori automatici, ai sensi dell’articolo 2, commi 2 e 4, del decreto legislativo 5 agosto 2015, n. 127. Con il Provvedimento di martedì 29.11.2016 sono state approvate alcune modifiche agli allegati alle specifiche tecniche di seguito elencati: a) allegato – api rest dispositivi; b) allegato – api rest gestionali; c) allegato – tipi dati per i corrispettivi; d) allegato – code list.   Le modifiche,come indicato dall’Agenzia delle Entrate nel Provvedimento del 29.11.2016, si sono rese necessarie “al fine di apportare migliorie ed evoluzioni ai tracciati, ai servizi resi e alla infrastruttura informatica nonché per correggere alcuni errori materiali riscontrati a seguito dell’avvio delle attività”. In allegato ...

30 novembre 2016 in Rassegna Stampa
Fonte: Ministero delle Politiche Agricole alimentari e forestali
Senza categoria

Agricoltura: approvata legge per la promozione della filiera della canapa

Scritto da: redazione

Con un comunicato stampa della scorsa settimana, il Ministero per le politiche agricole, alimentari e forestali ha reso nota l'approvazione in via definitiva al Senato la legge per la promozione della filiera della canapa (Atto Senato 2144). Di seguito il testo del comunicato:  "È stata approvata in via definitiva al Senato la legge per la promozione della filiera della canapa. "Con l'approvazione di questa legge - ha dichiarato il Ministro Maurizio Martina - finalmente regolamentiamo un settore dal grande potenziale per la nostra agricoltura non soltanto dal punto di vista economico, ma anche della sostenibilità. Diamo riferimenti chiari ai tanti agricoltori interessati a poter investire in una filiera che ha moltissimi sbocchi commerciali, con un potenziale di redditività elevata. La coltura della canapa infatti è in grado di ridurre l'impatto ambientale per le sue qualità e caratteristiche. Con questa nuova norma riusciamo a ...

30 novembre 2016 in Rassegna Stampa
Fonte: Fisco e Tasse
Senza categoria

Dichiarazione IVA: possibile integrarla fino ai termini dell’accertamento

Scritto da: redazione

L'articolo 5 del decreto legge 193, approvato dal Senato il 24 novembre 2016, ha chiarito che anche le dichiarazioni IVA possono essere integrate per correggere errori od omissioni, fino a che i termini per l’accertamento non sono prescritti. In particolare possono essere corretti errori/omissioni: che abbiano determinato l'indicazione di un maggiore o di un minore imponibile; che abbiano determinato l'indicazione di un maggiore o di un minore debito d'imposta ovvero di una maggiore o di una minore eccedenza detraibile. L'eventuale credito derivante dal minor debito o dalla maggiore eccedenza detraibile risultante dalle dichiarazioni integrative: presentate entro il termine prescritto per la presentazione della dichiarazione relativa al periodo d'imposta successivo, può essere: portato in detrazione in sede di liquidazione periodica o di dichiarazione annuale utilizzato in compensazione; chiesto a rimborso sempreché ricorrano per l'anno per cui è presentata la dichiarazione integrativa i requisiti; presentate oltre il termine per la ...

30 novembre 2016 in Rassegna Stampa
Fonte: Fisco e Tasse

Lavoratori autonomi: nuovi alert dell’Agenzia per compensi non dichiarati

Scritto da: redazione

Al fine di introdurre nuove e più avanzate forme di comunicazione tra l’Amministrazione fiscale e il contribuente, stimolare l’assolvimento degli obblighi tributari e favorire l’emersione spontanea delle basi imponibili, l’Agenzia delle entrate mette a disposizione di specifici contribuenti soggetti passivi IVA, le informazioni riguardanti possibili anomalie, presenti nelle dichiarazioni dei redditi, relative alla corretta indicazione dei compensi certificati dai sostituti d’imposta nei modelli 770, quadro “Comunicazione dati certificazione lavoro autonomo, provvigioni e redditi diversi”, con causale A (prestazioni di lavoro autonomo rientranti nell’esercizio di arte o professione abituale) ovvero M (prestazioni di lavoro autonomo non esercitate abitualmente). Con provvedimento del 28 novembre 2016 n. 209279 l’Agenzia delle Entrate ha individuato le modalità con le quali vengono messe a disposizione sia del contribuente che della Guardia di finanza e, nel contempo, vengono indicati i modi in cui il contribuente può richiedere a ...

30 novembre 2016 in Rassegna Stampa
Fonte: Fisco e Tasse

Decreto fiscale: addio all’F24 telematico per pagamenti superiori a 1000 euro

Scritto da: redazione

Con l’approvazione del Disegno di legge di conversione del D.L. n. 193/2016, arrivano buone notizie per chi non è titolare di partita Iva e ha poca dimestichezza con la tecnologia, addio all’obbligo della delega di pagamento F24 telematico per i pagamenti sopra i 1.000,00 euro, senza che siano state effettuate compensazioni. Questa una delle tante novità contenute nel pacchetto semplificazioni inserito all’interno del Decreto Fiscale all’art. 7-quater, che contiene ben 48 commi relativi a diverse norme di semplificazione fiscale. Per i contribuenti persone fisiche non titolari di partita iva, si torna quindi all’F24 cartaceo per pagamenti con un saldo finale superiore a 1.000 euro senza che siano state effettuate compensazioni. Si tratta quindi di una misura volta a semplificare la vita soprattutto dei pensionati non più obbligati a richiedere l’aiuto del commercialista o del Caf, i quali potranno quindi presentare il modello ...

30 novembre 2016 in Rassegna Stampa
Fonte: Gazzetta Ufficiale

Scia: le attività per cui è necessaria da giugno 2017

Scritto da: redazione

Nella G.U. n. 277 del 26 novembre 2016 è stato pubblicato  il D.Lgs. 25 novembre 2016, n. 222, il quale individua le attività oggetto di procedimento, anche telematico, di comunicazione o  di segnalazione certificata di inizio attività (S.C.I.A.) o di autorizzazione. Se prevista anche in materia di pubblica sicurezza, la S.C.I.A. produce gli effetti della relativa autorizzazione ai sensi del R.D. n. 773/1931. Il decreto entra in vigore l’11 dicembre 2016. Le Regioni e gli enti locali devono adeguarsi alle disposizioni del D.Lgs. n. 222/2016 entro il 30 giugno 2017  per disciplinare di conseguenza  i procedimenti amministrativi delle seguenti attività : - commercio; - somministrazione di alimenti e bevande; - strutture ricettive e stabilimenti balneari; - attività di spettacolo o intrattenimento; - sale giochi; - autorimesse; - distributori di carburante; - officine di autoriparazione (meccanici, carrozzerie e gommisti); - acconciatori ed estetisti; - panifici; - tintolavanderie, arti tipografiche, litografiche, fotografiche e di ...