RASSEGNA STAMPA

25 aprile 2017 in Rassegna Stampa
Fonte: Fisco e Tasse
Senza categoria

Come cambia il regime fiscale delle locazioni brevi

Scritto da: redazione

Le novità per i contratti brevi sono contenute nell’art.4 del D.L. 50 del 24 aprile 2017 che modifica il regime fiscali delle locazioni brevi. Le principali novità riguardano: l’applicazione della cedolare secca e la ritenuta a titolo di acconto o di imposta da parte degli intermediari, che diventano sostituti di imposta. Il decreto legge 50 al 1 comma dell’art. 4 specifica quali sono i contratti brevi, individuandoli nei contratti abitativi di durata non superiore a 30 giorni che possono prevedere anche la prestazione di alcuni servizi come la pulizia e la biancheria. Tali contratti possono essere stipulati direttamente, tramite intermediari o attraverso portali on line. La norma prevede che a tali contratti dal 1 giugno 2017 è possibile applicare su opzione la cedolare secca del 21%. Se i contratti vengono stipulati con l’intervento di intermediari o portali di intermediazione, a carico degli stessi sono previsti ...

25 aprile 2017 in Rassegna Stampa
Fonte: Fisco e Tasse
Senza categoria

Rottamazione dei ruoli e chiusura liti pendenti

Scritto da: redazione

Nella Manovrina DL 50 in vigore dal 24 aprile 2017 data di pubblicazione in Gazzetta, vi è una norma contenuta all’interno dell’art. 11 c.5 , che regola l’intreccio tra la rottamazione dei ruoli e la definizione delle controversie tributarie. Il contribuente che ha aderito alla rottamazione dei ruoli entro il 21 aprile 2017, puo’ usufruire della definizione agevolata della controversia tributaria relativa allo stesso ruolo, solo se entrambe le rottamazioni vanno a segno! La definizione agevolata della controversia che resta pendente dopo la rottamazione del ruolo sembra possa essere validamente richiesta solo se la rottamazione va a buon fine. E’ un intreccio di scadenze che puo’ essere molto complesso, e non sembra che la norma sia molto chiara, anche perché le scadenze di pagamento della rottamazione sono successive a quelle delle liti.

25 aprile 2017 in Rassegna Stampa
Fonte: Fisco e Tasse

Come cambia la detrazione Iva dopo la Manovrina

Scritto da: redazione

Il diritto alla detrazione dell'IVA relativa ai beni e servizi acquistati o importati sorge nel momento in cui l'imposta diviene esigibile ed e’ esercitato, al piu' tardi, con la dichiarazione relativa all’anno in cui il diritto alla detrazione e' sorto ed alle condizioni esistenti al momento della nascita del diritto medesimo. E’ la modifica introdotta all’art. 19 del DPR 633/72 dall’art. 2 del D.L. 50 pubblicato in GU il 24 aprile con decorrenza immediata. Dal 24 aprile non sarà pertanto piu’ possibile detrarre l’Iva sulle fatture di acquisti che dovevano essere registrate entro dicembre 2016 (?) Cambia infatti anche l’art. 25 del DPR 633/72 che ora stabilisce che le fatture devono essere annotate anteriormente alla liquidazione periodica, nella quale è esercitato il diritto alla detrazione della relativa imposta e comunque entro il termine di presentazione della dichiarazione annuale relativa all’anno di ricezione della ...

25 aprile 2017 in Rassegna Stampa
Fonte: Governo Italiano

Split payment: esteso alle società controllate e ai professionisti

Scritto da: redazione

Si estende l’ambito di applicazione del meccanismo della scissione dei pagamenti dell’IVA (c.d. split payment) anche alle operazioni effettuate nei confronti di altri soggetti che, a legislazione vigente, pagano l’imposta ai loro fornitori secondo le regole generali. In particolare, l’estensione riguarda: tutte le amministrazioni, gli enti ed i soggetti inclusi nel conto consolidato della Pubblica Amministrazione, le società controllate direttamente o indirettamente dallo Stato, di diritto o di fatto, le società controllate di diritto direttamente dagli enti pubblici territoriali, le società quotate inserite nell’indice FTSE MIB della Borsa italiana. Inoltre, si ricomprendendo anche le operazioni effettuate da fornitori che subiscono l’applicazione delle ritenute alla fonte sui compensi percepiti (liberi professionisti). Le modifiche sopra esposte si applicano dalle fatture emesse a partire dal 1° luglio 2017. Questo quanto contenuto nell'art. 1 del DL 50 pubblicato in Gazzetta il 24 aprile 2017 ed entrato in vigore lo stesso giorno. Ricordiamo che ...

24 aprile 2017 in Rassegna Stampa
Fonte: Fisco e Tasse

730/2017: ecco come detrarre le spese per gli addetti all’assistenza personale

Scritto da: redazione

Nella dichiarazione dei redditi 2017, è possibile usufruire della detrazione al 19% per le spese sostenute per gli addetti all’assistenza personale: nei casi di non autosufficienza nel compimento degli atti della vita quotidiana. Lo stato di non autosufficienza deve derivare da una patologia e deve risultare da certificazione medica.  se il reddito complessivo non supera euro 40.000 (comprensivi del reddito dei fabbricati assoggettato alla cedolare secca sulle locazioni). Tali spese vanno indicate nel modello 730/2017 nel rigo E8/E10, con il codice 15.  Sono considerati non autosufficienti nel compimento degli atti della vita quotidiana i soggetti che necessitano di sorveglianza continuativa o sono incapaci di svolgere almeno una delle seguenti attività: assunzione di alimenti; espletamento delle funzioni fisiologiche e dell’igiene personale; deambulazione; indossare gli indumenti. La detrazione spetta per le spese sostenute per gli addetti all’ assistenza personale (come per esempio le c.d. badanti) propria o di uno o più familiari anche se ...

24 aprile 2017 in Rassegna Stampa
Fonte: Fisco e Tasse

Regime di cassa 2017: come evitare duplicazioni d’imposta

Scritto da: redazione

Con la Circolare 11/E del 13 aprile 2017 l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti sul regime di cassa per le imprese di dimensioni minori. In particolare, il comma 19 dell’articolo 1 della legge di bilancio 2017 mira ad evitare che il passaggio da un regime di competenza a un regime ispirato alla cassa possa determinare anomalie in termini di doppia tassazione/deduzione ovvero nessuna tassazione/deduzione di alcuni componenti di reddito. La disposizione è applicabile in occasione del passaggio da un regime di determinazione del reddito secondo le regole di competenza ad uno “improntato” alla cassa a regime cioè tutte le volte in cui le imprese transitano dal regime di contabilità semplificata al regime di contabilità ordinaria e viceversa. In particolare, è stato previsto che “i ricavi, i compensi e le spese che hanno già concorso alla formazione del reddito, in base alle regole del ...

24 aprile 2017 in Rassegna Stampa
Fonte: Fisco Oggi
Senza categoria

Fabbricati “D” non accatastati: ecco i coefficienti IMU e TASI

Scritto da: redazione

I fabbricati D non accatastati, determinano la base imponibile ai fini dei tributi locali IMU e TASI, degli immobili posseduti da imprese che li hanno distintamente contabilizzati in bilancio utilizzando dei coefficienti di rivalutazione. Con il decreto del MEF del 14 aprile 2017, c'è stato il consueto aggiornamento annuale dei coefficienti da applicare alla somma tra costo d’acquisto e costi incrementativi dei fabbricati classificabili nel gruppo D (come i capannoni, i centri commerciali, eccetera), che non risultano iscritti in catasto al 1° gennaio dell’anno di imposizione. La particolare modalità di determinazione della base imponibile ai fini IMU- TASI applicabile fino all’anno nel quale gli immobili sono iscritti in catasto con attribuzione di rendita, considera il valore che risulta dalle scritture contabili al 1° gennaio (o alla data di acquisizione, se successiva), al lordo delle quote di ammortamento, applicando per ciascun anno ...

24 aprile 2017 in Rassegna Stampa
Fonte: Inps
Senza categoria

Assegni invalidità: dal 2017 inifluente il reddito dell’abitazione

Scritto da: redazione

Dal 1 gennaio 2017 l'INPS esclude il reddito dell'abitazione  dal computo dei redditi, ai fini della  concessione delle prestazioni di invalidità civile, cecità e sordità, adeguandosi ai recenti orientamenti della Cassazione. La novità e contenuta nella circolare n. 74 del 21 .4.2017 (in allegato) . L'istituto specifica che  fino ad ora veniva applicato l’art. 14 septies, commi 4 e 5, del decreto legge 30 dicembre 1979 n. 663,   per il quale  i redditi da prendere in considerazione ai fini della concessione delle prestazioni economiche di invalidità civile, cecità e sordità sono quelli  calcolati agli effetti dell’IRPEF. Sono pertanto esclusi i redditi esenti ma non  quelli imponibili IRPEF, anche se deducibili al 100%, come appunto il reddito della casa di abitazione (messaggio n. 31976 del 21 settembre 2005).  Dal 2012  invece si è consolidato un orientamento giurisprudenziale opposto che sulla base  degli articoli ...

24 aprile 2017 in Rassegna Stampa
Fonte: Fisco e Tasse

Pedaggi autostradali e fatturazione assente: accertamento legittimo

Scritto da: redazione

E' fondato l'accertamento dell'Agenzia delle Entrate per il professionista in un dato periodo d'imposta non fattura eppure dichiara numerosi passaggi autostradali: a stabilirlo è l'ordinanza della Corte di Cassazione del 19 aprile 2017 n. 9825. Nella vicenda processuale, il commercialista ricorreva in Cassazione contro la decisione emessa dalla CTR che aveva ritenuto fondato e legittimo l'accertamento dell'Agenzia delle Entrate del maggior reddito ai fini IVA, IRPEF ed IRAP per l'anno 2003. In particolare, la CTR aveva valutato tra i fatti l'entità e il numero dei pedaggi autostradali fatturati dal commercialista, indice di una significativa attività del professionista a fronte, nel medesimo periodo, dell'assente fatturazione di compensi ed in assenza di ulteriori spiegazioni idonee a giustificare i viaggi e la conservazione di una partita IVA con espletamento, tuttavia, di una sola (e modesta) attività professionale, sì da indurre "fortemente a presumere la percezione di ...

21 aprile 2017 in Rassegna Stampa
Fonte: Fisco e Tasse
Senza categoria

Dichiarazione infedele 2017: i chiarimenti dell’Agenzia

Scritto da: redazione

Nella Circolare n. 8/E del 07.04.2017 l'Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti sulle dichiarazioni infedeli. In particolare, ha chiarito che se nella dichiarazione è indicato ai fini delle singole imposte un reddito o un valore della produzione imponibile inferiore a quello accertato, o comunque un’imposta inferiore a quella dovuta o un credito (ai fini delle imposte dirette), ovvero un’eccedenza detraibile o rimborsabile (ai fini IVA) superiori a quelli spettanti, è prevista una sanzione amministrativa dal 90 al 180% della maggiore imposta dovuta o della differenza del credito utilizzato. Per credito effettivamente utilizzato, si intende quello che è stato utilizzato in compensazione in F24 o in dichiarazione a scomputo dell’imposta dovuta ovvero rimborsato. Non si considera utilizzato il credito riportato nelle dichiarazioni successive. In particolare, gli organi accertatori, nel determinare la sanzione per infedele dichiarazione, si riferiranno solo a quella parte di credito ...

21 aprile 2017 in Rassegna Stampa
Fonte: Fisco e Tasse
Senza categoria

Imposta sostitutiva sui finanziamenti a medio-lungo termine: ecco come versare

Scritto da: redazione

Il decreto fiscale 193/2016 collegato alla Legge di stabilità 2017 ha modificato la disciplina dell'imposta sostitutiva sui finanziamenti a medio-lungo termine. In particolare, con l’articolo 7-quater, commi da 33 a 35, del DL 193/2016 il legislatore ha previsto la presentazione di un’unica dichiarazione da trasmettere, in via telematica, con la quale i soggetti tenuti provvedono all’autoliquidazione dell’imposta sostitutiva da versare. In applicazione delle nuove previsioni l’obbligo della dichiarazione telematica sorge in relazione alle operazioni effettuate nell’esercizio successivo a quello in corso al 31 dicembre 2017 e, dunque, nel caso di esercizio coincidente con l’anno solare, la dichiarazione telematica per le operazioni effettuate nel 2017, verrà presentata entro il 30 aprile 2018. Infatti, il decreto stabilisce che gli enti tenuti provvedono a versare, a titolo di acconto, una somma pari al 95% dell’imposta sostitutiva che risulta dovuta sulle operazioni effettuate nell’esercizio precedente; l’obbligo ...

21 aprile 2017 in Rassegna Stampa
Fonte: Fisco e Tasse

Codici tributo F24 per l’imposta sostitutiva sui finanziamenti

Scritto da: redazione

Il modello F24 apre alla sostitutiva sui finanziamenti dovuta dagli enti che effettuano le relative operazioni, come le banche che erogano credito a medio e lungo termine. La novità è contenuta nel provvedimento del direttore dell’Agenzia delle Entrate pubblicato ieri, che, estende l’utilizzo del modello unificato anche all’imposta sostitutiva dovuta, in via opzionale, al posto delle imposte di registro, bollo, ipotecarie e catastali e delle tasse sulle concessioni governative. Il modello F24 garantisce una maggiore efficienza nella gestione dei tributi e rappresenta un ulteriore progresso in termini di semplificazione degli adempimenti. Il passaggio del testimone dalla vecchia alla nuova modalità di pagamento sarà graduale: fino al 31 dicembre 2017, infatti, sarà possibile versare l’imposta sostitutiva sui finanziamenti anche tramite il modello F23, mentre dal 1° gennaio 2018 scatterà l’obbligo di utilizzare esclusivamente il modello F24. Inoltre, con la risoluzione n. 49/E di ieri ...

21 aprile 2017 in Rassegna Stampa
Fonte: Gazzetta Ufficiale

Il nuovo buono nido 2017: pubblicato il decreto

Scritto da: redazione

E' stato pubblicato in Gazzetta ufficiale n. 90 del 18.4.2017,  il D.P.C.M. 17 febbraio 2017 che  regolamenta  il cosiddetto “bonus nido” per i bambini nati o adottati a partire dal 1° gennaio 2016, istituito dalla Legge di stabilità 2017 . Il decreto prevede l'erogazione  di due tipi di bonus: Buono per il pagamento di rette relative   alla frequenza di asili nido pubblici e privati e Buono per l'introduzione di  forme  di  supporto  presso  la  propria   abitazione  in  favore  dei  bambini  affetti  da  gravi  patologie In sostanza ad ogni figlio nato a partire dal  gennaio 2016 viene garantito dall'INPS, a partire dal 2017,  un buono annuo di mille euro come contributo al pagamento delle rette dell’asilo, pubblico o privato; il genitore puo essere cittadino italiano o di uno Stato membro dell’UE o extracomunitario con  permesso di soggiorno), ed essere residente in Italia. ...

21 aprile 2017 in Rassegna Stampa
Fonte: Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti
Senza categoria

Sisma bonus 2017: il decreto per accedere alle detrazioni

Scritto da: redazione

Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha recentemente adottato il Decreto con le linee guida per la classificazione di rischio sismico delle costruzioni e le modalità per l’attestazione, da parte di professionisti abilitati, dell’efficacia degli interventi effettuati. Grazie al nuovo provvedimento diventano efficaci le detrazioni maggiorate previste dalla Legge di Bilancio 2017. Le otto classi di rischio, in ordine dalla meno alla più rischiosa, sono: A+, A, B, C, D, E, F, G. In base a quanto disciplinato nella Legge di stabilità (Legge 232/2016) sono previste le detrazioni pari al:  70%, in caso di passaggio a una classe di rischio inferiore (75% se riferite a interventi realizzati su parti comuni di edifici condominiali) ; 80%, in caso di passaggio a due classi di rischio inferiori (85% se riferite a interventi realizzati su parti comuni di edifici condominiali). La determinazione della classe di appartenenza ...

21 aprile 2017 in Rassegna Stampa
Fonte: Fisco e Tasse

Stampa registri IVA 2017 entro 3 mesi dalla presentazione della dichiarazione

Scritto da: redazione

I soggetti economici nel rispetto di norme civili e fiscali, sono obbligati alla tenuta e alla conservazione di determinati libri e registri che, entro 3 mesi dal termine di presentazione della dichiarazione del relativo periodo d’imposta devono essere o stampati in formato cartaceo o conservati elettronicamente su supporti informatici.  Come chiarito con la Risoluzione dell'Agenzia delle Entrate n.46/E del 10 aprile 2017 " il termine di riferimento per procedere alla conservazione di tutti i documenti informatici coincide con il termine per la presentazione della dichiarazione annuale dei redditi, termine valido anche per i documenti rilevanti ai fini dell’imposta sul valore aggiunto, ancorché a partire dal periodo d’imposta 2017 i termini di presentazione delle dichiarazioni rilevanti ai fini delle imposte sui redditi e dell’IVA siano disallineati." Date diverse invece per i libri contabili obbligatori, in quanto il decreto milleproroghe 2017 ha previsto ...

20 aprile 2017 in Rassegna Stampa
Fonte: Fisco e Tasse

Regime per cassa 2017: come determinare la base imponibile IRAP

Scritto da: redazione

Chiarimenti sul regime di cassa, introdotto dalla Legge di stabilità 2017 (L. 232/2016) sono stati forniti dall'Agenzia delle Entrate con la Circolare n. 11/E del 13.04.2017. In particolare, l’articolo 1, comma 20, della legge di bilancio 2017 è intervenuto sulle modalità di determinazione della base imponibile IRAP delle imprese minori, inserendo il nuovo comma 1-bis all’articolo 5-bis del d.lgs. 446/1997, secondo il quale “Per i soggetti di cui al comma 1, che determinano il reddito ai sensi dell’articolo  66 del testo unico delle imposte sui redditi, di cui al decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917, la base imponibile di cui al comma 1 del presente articolo è determinata con i criteri previsti dal citato articolo 66”. Per effetto di tale modifica, dal periodo d’imposta 2017, per le società di persone e le imprese individuali in regime di contabilità ...

20 aprile 2017 in Rassegna Stampa
Fonte: Fisco e Tasse
Senza categoria

Acquistare casa 2017: le istruzioni dell’Agenzia delle Entrate

Scritto da: redazione

Pubblicata ieri dall'Agenzia delle Entrate la guida con le indicazioni su come acquistare casa nel 2017, sia tra private che con imprese. Con esempi pratici sono descritte le principali regole da osservare quando si compra una casa, per usufruire di tutti i benefici legati alla prima abitazione.  In generale, prima di procedere all’acquisto di una casa, è opportuno ottenere più informazioni possibili sull’immobile verificandone la situazione catastale e ipotecaria, per controllare se ci sono ipoteche o pendenze, anche giudiziarie. Si ricorda che il servizio è gratuito se viene richiesto per i beni immobili dei quali il richiedente risulti titolare, anche in parte, del diritto di proprietà o di altri diritti reali di godimento (ispezione ipotecaria personale). Una volta accertato che l’immobile è libero da vincoli, si può procedere alla stipula del contratto preliminare, un accordo tra venditore e compratore che si impegnano ...

20 aprile 2017 in Rassegna Stampa
Fonte: Fisco e Tasse

Detrazione Iva acquisti entro 1 anno: con la Manovrina termine più che dimezzato

Scritto da: redazione

Il termine massimo entro il quale è possibile esercitare il diritto all’esercizio della detrazione dell’imposta sul valore aggiunto, viene ridotto dopo la manovrina 2017. Secondo quanto stabilito dalla Manovra correttiva, viene modificato il secondo capoverso dell’articolo 19, comma 1, del Dpr 633/1972, ovvero il diritto alla detrazione dell’Iva sugli acquisti potrà essere esercitato, al più tardi, con la dichiarazione relativa all’anno in cui il diritto alla detrazione è sorto ed alle condizioni esistenti al momento della nascita del diritto medesimo». Il testo attualmente in vigore dispone che: “Il diritto alla detrazione dell’imposta relativa ai beni e servizi acquistati o importati sorge nel momento in cui l’imposta diviene esigibile e può essere esercitato, al più tardi, con la dichiarazione relativa al 2° anno successivo a quello in cui il diritto alla detrazione è sorto ed alle condizioni esistenti al momento della nascita del ...

20 aprile 2017 in Rassegna Stampa
Fonte: Fisco e Tasse
Senza categoria

Rottamazione cartelle esattoriali 2017: domani 21 aprile ultimo termine

Scritto da: redazione

Domani scade il termine ultimo per aderire alla rottamazione delle cartelle esattoriali, dopo la proroga contenuta nel consiglio dei ministri di venerdì 24.03.2017 in cui è stato approvato il Decreto Legge di proroga di termine relativo alla definizione agevolata dei carichi affidati agli agenti della riscossione. Com'è noto, il Decreto Legge 193/2016 con le misure fiscali urgenti collegato alla Legge di stabilità 2017  ha previsto la possibilità per qualsiasi contribuente (sia persona fisica, che società) di definire in via agevolata le somme iscritte a ruolo da parte di pubblici Uffici in ruoli “affidati” agli Agenti della riscossione nel periodo compreso tra il 1/01/2000 ed il 31/12/2016 (compresi gli avvisi di accertamento esecutivi). Aderendo alla procedura il contribuente può pagare solo le somme iscritte a ruolo a titolo di capitale, di interessi legali e di remunerazione del servizio di riscossione. Non sono ...

19 aprile 2017 in Rassegna Stampa
Fonte: Fisco e Tasse
Senza categoria

Precompilata 2017: ecco come accedere

Scritto da: redazione

La dichiarazione dei redditi precompilata è disponibile da ieri per 30 milioni di contribuenti e dal prossimo 2 maggio sarà possibile integrarla o modificarla ed inviarla entro il 24 luglio, nel caso del modello 730, entro il 2 ottobre, nel caso del modello Redditi. Tra le principali novità, la presenza delle spese sanitarie relative ai farmaci acquistati e quelle relative alle prestazioni di psicologi, infermieri, ostetriche, radiologi e strutture autorizzate non accreditate. Oltre a queste new entry, sono confermati i dati già presenti negli anni scorsi, come gli interessi passivi sui mutui, i premi assicurativi, i contributi previdenziali e assistenziali, i contributi versati per i lavoratori domestici, le spese universitarie e i relativi rimborsi, le spese funebri, i contributi versati alla previdenza complementare e i bonifici riguardanti le spese per interventi di ristrutturazione e di riqualificazione energetica degli edifici. Come chiarito nel comunicato stampa ...