RASSEGNA STAMPA

20 febbraio 2017 in Rassegna Stampa
Fonte: Il Sole 24 Ore
Senza categoria

Comunicazione amministratori di condominio 2017:modifiche in vista

Scritto da: redazione

Entro il 28 febbraio 2017 gli amministratori di condominio devono trasmettere all'Agenzia delle Entrate la comunicazione con i dati dei condòmini cui spetta la detrazione per i lavori di recupero o risparmio energetico effettuati sulle parti comuni. Il Presidente di Confedilizia che recentemente aveva chiesto l'annullamento di tale comunicazione, si è incontrato con il viceministro dell'Economia Luigi Casero, per snellire le «specifiche tecniche» di questo nuovo adempimento, eliminando le richieste più assurde.  Una di queste è la corretta indicazione di colui che ha diritto alla detrazione, in quanto per l'Agenzia vale il principio "detrae chi ha pagato". In particolare, l'articolo 1 del provvedimento dell’Agenzia del 27 gennaio 2017 dispone: «(...) gli amministratori comunicano la tipologia e l’importo complessivo di ogni intervento,le quote di spesa attribuite ai singoli condòmini nell’ambito di ciascuna unità immobiliare». Inoltre, nella sezione «Dati del soggetto al quale ...

20 febbraio 2017 in Rassegna Stampa
Fonte: Fisco e Tasse
Senza categoria

Comunicazione dei beni ai soci: abolita dal Milleproroghe

Scritto da: redazione

La comunicazione dei beni concessi in uso ai soci viene abrogata a decorrere dal 2017, questo quanto previsto dal maxi emendamento al decreto Milleproroghe approvato il 16 febbraio 2017 dal Senato. La disposizione contenuta nel maxi emendamento non abroga la norma contenuta nell’articolo 67, lettera h-ter), del Tuir, la quale prevede che costituisce reddito diverso la differenza tra il valore di mercato e il corrispettivo annuo per la concessione in godimento di beni dell’impresa a soci o familiari dell’imprenditore, ma prevede l’abolizione del solo obbligo formale, ovvero all’articolo 2 del decreto-legge 13 agosto 2011, n. 138, convertito, con modificazioni, dalla legge 14 settembre 2011, n. 148, i commi 36-sexiesdecies e 36-septiesdecies sono abrogati. In un’ottica di antievasione, i suddetti commi abrogati prevedevano l’obbligo di comunicare con invio telematico all’Agenzia delle Entrate, i dati anagrafici dei soci o dei familiari che avevano ricevuto ...

20 febbraio 2017 in Rassegna Stampa
Fonte: Agenzia delle Entrate

Intra acquisti 2017: posticipata di un anno la soppressione della comunicazione

Scritto da: redazione

Dopo l'approvazione al Senato del DL di conversione del Milleproroghe, l'Agenzia delle Entrate il 17 febbraio ha pubblicato un comunicato congiunto con l'Istat e l'Agenzia delle Dogane che qui riportiamo: "Nell’ambito della conversione in legge del Dl n. 244/2016 (cosiddetto “Decreto Milleproroghe”), è imminente la formalizzazione di misure, già approvate dal Senato, che posticipano di un anno gli effetti della soppressione delle comunicazioni relative agli acquisti intracomunitari di beni ed alle prestazioni di servizi ricevute da soggetti stabiliti in altro Stato membro dell'Unione europea (Modelli INTRA-2). Nelle more della definizione del quadro giuridico e considerato che, in base al Regolamento CE n. 638/2004 del 31 marzo 2004 (e successivi regolamenti di modifica ed attuazione), concernente le statistiche relative agli scambi di beni tra Stati membri dell’Unione Europea, l’Istat deve comunque raccogliere a fini statistici le informazioni relative agli acquisti intracomunitari di ...

20 febbraio 2017 in Rassegna Stampa
Fonte: Fisco e Tasse
Senza categoria

730/2017: ecco tutte le novità della dichiarazione dei redditi 2017

Scritto da: redazione

Le principali novità contenute nel modello 730/2017 sono le seguenti: Premi di risultato – da quest’anno ai dipendenti del settore privato a cui sono stati corrisposti premi di risultato d’importo non superiore a 2.000 euro lordi o nel limite di 2.500 euro lordi se l’azienda coinvolge pariteticamente i lavoratori nell’organizzazione del lavoro, è riconosciuta una tassazione agevolata. Se i premi sono stati erogati sotto forma di benefit o di rimborso di spese di rilevanza sociale sostenute dal lavoratore non si applica alcuna tassazione altrimenti si applica un’imposta sostitutiva dell’IRPEF e delle addizionali, pari al 10% sulle somme percepite (quadro C - rigo C4); Regime speciale per i lavoratori impatriati – per i lavoratori che si sono trasferiti in Italia concorre alla formazione del reddito complessivo soltanto il 70 per cento del reddito di lavoro dipendente prodotto nel nostro Paese; Assicurazioni a tutela delle ...

20 febbraio 2017 in Rassegna Stampa
Fonte: Equitalia
Senza categoria

E-mail truffa su avvisi di pagamento di Equitalia

Scritto da: redazione

Con un Comunicato Stampa della scorsa settimana Equitalia ha informato i contribuenti che in questi giorni continuano ad arrivare segnalazioni di messaggi di posta elettronica con i seguenti mittenti di seguito elencati. Equitalia ah ribadito di essere assolutamente estranea all’invio di questi messaggi e raccomanda nuovamente di non tenere conto della e-mail ricevuta e di eliminarla senza scaricare alcun allegato. Inoltre, Equitalia ha avuto conferma dal Cnaipic (Centro nazionale anticrimine informatico per la protezione delle infrastrutture critiche), l’unità specializzata della Polizia Postale, che in questi giorni è in atto una nuova campagna di phishing, cioè di tentativi di truffa informatica architettati per entrare illecitamente in possesso di informazioni riservate. assistenza@creval.it, assistenza@protocol.it, autorizzata@postcert.it, avviso@eq.it, avviso@equ.it, avviso@equitalia.it, b4g112693.329597469@gruppoequitalia.it, b4g116353.654618283@gruppoequitalia.it, b4g232024.871969135@gruppoequitalia.it, b4g340831.290834225@gruppoequitalia.it, b4g37105.7327400958@gruppoequitalia.it, b4g484809.283418861@gruppoequitalia.it, b4g589127.28767122@gruppoequitalia.it, b4g829188.595601231@gruppoequitalia.it, b4g829823.325938126@gruppoequitalia.it, b4g959117.53274326@gruppoequitalia.it, cifre@equitliaroma.it, eqeuitalia@sanzioni.it, equitalia@avvia.it, equitalia@sanzioni.it, eqeuitalia@sanzioni.it, equitaliat@raccomandata.it, esecuzionipressoterzi.pugla@pec.equitaliasud.it, fatture@gruppoequitalia.it, fatture-equitalia@fatture-gruppoequitalia.it, info@unipol.it, info@venetobanca.it, info_9@intesasanpaolo.it, info14@bcpp.it, info17@bcpp.it, info19@cse.it, info6@bcpp.it, info28@bper.it, info55@bper.it, info76842@bcca.it, multe@equitalia.online, noreplay@bancoposta.it, noreply@certificazione.it, noreply@equitalia.it, noreply@legge.it, noreply@pec.it, noreply@postecert.it, noreply@protocol.it, noreply-equit@eq.it, pagamenti@equitalia.it,  pagamento@gruppoequitalia.it, noreply-equi@riscossioni1.it, servizio@equitalia.it, servizio@unicredit.it, servizio_clienti@poste.it, support@update.it, veneziagiulia@pec.equitalia.it, zaeaisrl@pec.it,  zuhadsrl@pec.it, web_1@postepay.it

17 febbraio 2017 in Rassegna Stampa
Fonte: Agenzia delle Entrate
Senza categoria

Banca Dati Ipotecaria e Catastale Interruzione dei servizi

Scritto da: redazione

A causa di interventi di manutenzione, i servizi presenti nelle Banche dati ipotecaria e catastale non saranno disponibili dalle ore 15 di venerdì 17 febbraio alle ore 8 di lunedì 20 febbraio 2017. E' questo quando annunciato ieri dall'Agenzia delle Entrate con un comunicato stampa. Ecco l’elenco delle applicazioni e dei servizi coinvolti: Servizi telematici del territorio (Sister); Servizi Fisconline ed Entratel riferiti alle consultazioni personali e alle risultanze catastali; Servizi di consultazione delle rendite catastali presente sul sito istituzionale dell’Agenzia delle Entrate; Servizio di ispezione ipotecaria presente sul sito istituzionale dell’Agenzia delle Entrate; Servizi di controllo degli immobili utilizzati dal processo di gestione delle nuove successioni e da RLI web; Servizi di controllo degli immobili e delle titolarità catastali presenti nella Scrivania del Territorio.

17 febbraio 2017 in Rassegna Stampa
Fonte: Fisco e Tasse
Senza categoria

Mille proroghe 2017: testo approvato al Senato

Scritto da: redazione

Il Senato, giovedì 16 febbraio, con 153 voti favorevoli e 99 contrari, ha rinnovato la fiducia al Governo, approvando l'emendamento interamente sostitutivo dell'articolo unico del ddl n. 2630 di conversione in legge del decreto-legge 30 dicembre 2016, n. 244, recante proroga e definizione di termini. Diversi i settori interessati dai 16 articoli del provvedimento dalle pubbliche amministrazioni all'editoria, dal lavoro e politiche sociali all'istruzione, università e ricerca, dallo sviluppo economico e comunicazione alla giustizia, dai beni e attività culturali all'ambiente.  Il provvedimento passa alla Camera dei deputati. Di seguito le principali novità a carattere fiscale: spesometro semestrale con invio delle fatture emesse e ricevute (le nuove date sono 18 settembre 2017 e febbraio 2018), abrogata la comunicazione di beni ai soci, stop all’indicazione dei canoni di affitto a canone concordato in dichiarazione dei redditi , reintroduzione delle comunicazioni Intrastat almeno per l’anno in corso proroga al 31 dicembre 2017 della detrazione ...

17 febbraio 2017 in Rassegna Stampa
Fonte: Fisco e Tasse
Senza categoria

Sabatini-ter: pubblicate le regole sull’agevolazione dei beni strumentali

Scritto da: redazione

Le modalità per fruire della cd. Nuova Sabatini sono state definite dal Ministero dello sviluppo economico (MISE) con la corposa circolare n. 14036 del 15 febbraio 2017. Come chiarito nella premessa, nella circolare si forniscono le istruzioni necessarie alla corretta attuazione degli interventi, gli schemi di domanda e di dichiarazione l’ulteriore documentazione che l’impresa è tenuta a presentare per poter beneficiare delle agevolazioni di cui trattasi. Le disposizioni si applicano a tutte le domande,  sia a quelle relative agli investimenti ordinari, sia a quelle relative agli investimenti in tecnologie digitali e in sistemi di tracciamento e pesatura dei rifiuti. In generale, l’intervento agevolativo è così articolato: La PMI presenta alla banca/intermediario finanziario la domanda di agevolazione e la correlata richiesta di finanziamento per l’acquisizione di investimenti. La banca/intermediario finanziario verifica la regolarità formale e la completezza della documentazione trasmessa dalla PMI, nonché la sussistenza dei requisiti di ...

17 febbraio 2017 in Rassegna Stampa
Fonte: Fisco e Tasse
Senza categoria

Stabile organizzazione 2017: i chiarimenti della Fondazione Commercialisti

Scritto da: redazione

Con un documento pubblicato il 15 febbraio 2017 con il titolo " Stabile organizzazione: attività preparatorie e ausiliarie" a cura di Massimiliano Giorgi la Fondazione Nazionale dei Commercialisti ha fatto il punto sulla stabile organizzazione, alla luce degli ultimi chiarimenti forniti dall'Agenzia delle Entrate con la Risoluzione 4 del 17 gennaio 2017. Il documento inizia chiarendo cehe "La definizione della nozione di stabile organizzazione è contenuta nell’art. 162 che, come noto trae origine dall’art. 5 del Modello di convenzione elaborato dall’OCSE. Sia la normativa interna che quella convenzionale distinguono tra stabile organizzazione materiale e stabile organizzazione personale" "La stabile organizzazione materiale, infatti, si configura quando il non residente opera in un Paese attraverso una sede fissa dotata di una autonomia funzionale, mentre quella personale si configura quando il non residente opera in un Paese non attraverso una sede fissa, ma attraverso ...

17 febbraio 2017 in Rassegna Stampa
Fonte: Ministero dell'Economia e delle Finanze

Processo tributario telematico in tutta Italia dal 2017

Scritto da: redazione

Dal 15 febbraio 2017 il processo tributario telematico (PTT), già attivo da dicembre 2015 nelle Regioni di Toscana e Umbria, e da ottobre 2016 nelle regioni di Abruzzo e Molise, Piemonte e Liguria, Emilia Romagna e Veneto, si estende alle Commissioni tributarie presenti nelle regioni di Basilicata, Campania e Puglia, lo ha annunciato in un comunicato stampa il Ministero delle Finanze. Sarà possibile, attraverso il portale dedicato "www.giustiziatributaria.gov.it" accedere al sistema informativo della Giustizia Tributaria (S.I.Gi.T. - PTT) per il deposito telematico degli atti e documenti processuali già notificati alla controparte. Inoltre, i giudici tributari, i contribuenti, i professionisti e gli enti impositori, previamente registrati, potranno consultare da casa o dai propri uffici il fascicolo processuale contenente tutti gli atti e documenti del contenzioso a cui sono interessati. Prosegue così la sua estensione su tutto il territorio nazionale, e entro il 15 ...

16 febbraio 2017 in Rassegna Stampa
Fonte: Fisco e Tasse
Senza categoria

Studi di settore 2017: ecco le specifiche tecniche relative al 2016

Scritto da: redazione

E’ stato firmato il Provvedimento di approvazione con le specifiche tecniche per la trasmissione telematica dei dati rilevanti ai fini degli studi di settore e dei parametri relativi al 2016. In pratica le Entrate hanno approvato le specifiche tecniche (allegato 1) cui devono attenersi i soggetti che effettuano la trasmissione telematica dei dati rilevanti ai fini degli studi di settore, da dichiarare con il modello Redditi 2017. Si ricorda che la trasmissione dei dati all’Agenzia può essere effettuata direttamente, attraverso il servizio telematico Entratel o Internet (Fisconline) o tramite intermediari abilitati. Niente studi di settore per i Comuni colpiti dal sisma - Adempimenti più snelli e procedure agevolate per i residenti nelle aree colpite dal terremoto. Infatti, tenuto conto delle criticità originate dagli effetti degli eventi sismici di agosto e ottobre 2016, nelle istruzioni “Parte generale” dei modelli per la comunicazione ...

16 febbraio 2017 in Rassegna Stampa
Fonte: Il Sole 24 Ore
Senza categoria

Sciopero commercialisti 2017: revocato

Scritto da: redazione

Lo sciopero dei commercialisti previsto dal 26 febbraio al 6 marzo 2017 è stato revocato. Le sette sigle sindacali della categoria infatto hanno rinunciato all’astensione collettiva grazie alle risposte ottenute in questi giorni dal ministero dell’Economia. In particolare con un comunicato stampa di ieri sera, i sindacati hanno espresso «soddisfazione per i risultati raggiunti con le misure contenute nel Milleproroghe: dallo spesometro semestrale per l’anno 2017 all’eliminazione delle comunicazioni dei beni ai soci; dall’eliminazione dei dati dei contratti di locazione all’adeguamento della normativa fiscale ai nuovi bilanci». Sono due inoltre, i tavoli di discussione attivi tra associazioni di categoria e Ministero: antiriciclaggio e fattura elettronica. Il tavolo dell’Antiriciclaggio ha preso il via nella giornata di ieri per discutere il recepimento della direttiva comunitaria 2015/849 e vi hanno partecipato, il viceministro dell’Economia Luigi Casero, i tecnici della Giustizia, il presidente del consiglio ...

16 febbraio 2017 in Rassegna Stampa
Fonte: Ministero dello Sviluppo Economico
Senza categoria

Startup e PMI innovative: i controlli effettuati dal Registro delle imprese

Scritto da: redazione

Individuati i controlli che gli Uffici del Registro delle Imprese sono tenuti ad effettuare in sede di iscrizione delle imprese nella sezione speciale dedicata alle Start Up e alle PMI innovative (c.d. verifiche preventive) e durante la vigenza dello status speciale di Start Up innovativa e PMI innovativa (verifiche dinamiche). Le indicazioni sono state fornite dal Ministero dello Sviluppo Economico con Circolare del 14 febbraio 2017 n. 3696/C, e riguardano tanto le startup costituite tramite atto pubblico, quanto quelle costituite tramite la speciale previsione di cui all’articolo 4, comma 10 bis del DL 3/2015, quanto le PMI innovative. La Circolare si è resa necessaria in quanto sono pervenuti frequenti quesiti alle direzioni generali tendenti a far chiarezza nell’ambito dei controlli che la legge (art. 25 del decreto-legge 18 ottobre 2012, n. 179, convertito con legge 17 dicembre 2012, n. 221 – d’ora ...

16 febbraio 2017 in Rassegna Stampa
Fonte: Il Sole 24 Ore

Note di variazione IVA 2017: le risposte di Telefisco

Scritto da: redazione

La possibilità di emettere note di variazione IVA in caso di procedura concorsuale è stata modificata prima dalla Legge di stabilità 2016, poi dalla Legge di bilancio 2017. Nel corso del convegno Telefisco del 02 febbraio 2017 sono stati forniti due chiarimenti che qui riportiamo: A seguito dell’abrogazione dell’articolo 26, comma 5, secondo periodo, del DPR 633/1972, quali sono gli obblighi del curatore nel caso in cui, a seguito dell’infruttuosità della procedura concorsuale, il cedente prestatore emetta una nota di variazione in diminuzione? Il comma 5 dell’art. 26 prevede che laddove il cedente/prestatore si avvalga della facoltà di emettere una nota di variazione in diminuzione, il cessionario/committente, che ha già contabilizzato l’operazione nel registro Iva degli acquisti, è tenuto a registrare la corrispondente variazione in aumento, salvo il suo diritto alla restituzione di quanto pagato a titolo di rivalsa. L’art. 1, comma ...

16 febbraio 2017 in Rassegna Stampa
Fonte: Fisco e Tasse

Pubblicità immobiliare,certificati ipotecari, copie di note: pronto il software

Scritto da: redazione

Si amplia il pacchetto dei servizi telematici a disposizione sulla piattaforma web Sister.  Con un comunicato stampa del 14 febbraio, l'Agenzia delle Entrate ha chiarito che gli utenti privati convenzionati alla consultazione telematica delle banche dati ipotecaria e catastale possono ora richiedere direttamente online, a tutti i Servizi di pubblicità immobiliare, anche i certificati ipotecari e le copie di note o titoli. Le ultime funzioni messe a disposizione nella piattaforma web dedicata ai servizi catastali e ipotecari consentono in particolare di: richiedere certificati generali o speciali; richiedere copia delle note o dei titoli informatizzati; ricevere il documento firmato digitalmente dal conservatore; pagare i relativi tributi e scaricare le ricevute di pagamento. La richiesta, che va sottoscritta con firma digitale, può essere compilata tramite il software UniCert, che l’Agenzia delle Entrate fornisce gratuitamente sul proprio sito internet, seguendo il percorso Home > Cosa devi fare > Consultare dati ...

16 febbraio 2017 in Rassegna Stampa
Fonte: Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

Videosorveglianza colf e badanti solo con consenso

Scritto da: redazione

L’Ispettorato nazionale del lavoro, con Nota 08 febbraio 2017, n. 1004, ha fornito un parere in merito alla possibilità di autorizzare l’installazione di un impianto di videosorveglianza collocato in un’abitazione privata all’interno della quale è presente un lavoratore domestico, colf o badante. L'esigenza negli ultimi tempi infatti è diventata molto comune e molte famiglie si chiedono se è lecito il controllo  con telecamere di quanto succede ad esempio  nella situazione di una persona anziana sola  che venga accudita  da un lavoratore domestico convivente.   La risposta è positiva , le telecamere si possono installare senza  richiedere l'autorizzazione dell'ispettorato del lavoro ma   si deve informare e ottenere il consenso del lavoratore e  tutelare comunque la sua privacy. Nel documento, che risponde ad una precisa richiesta di chiarimenti, l'Ispettorato del lavoro ricorda innanzitutto che  il rapporto di lavoro domestico è sottratto alla tutela dell'art. ...

15 febbraio 2017 in Rassegna Stampa
Fonte: Fisco e Tasse
Senza categoria

Credito d’imposta per spese di videosorveglianza, allarme e vigilanza 2017

Scritto da: redazione

Da lunedì 20 febbraio e fino al 20 marzo 2017, i contribuenti che hanno sostenuto spese per sistemi di videosorveglianza digitale, sistemi di allarme e di vigilanza potranno inviare le domande di accesso al credito d’imposta introdotto dalla Legge di Stabilità 2016. A dare questa comunicazione è il provvedimento dell'Agenzia delle Entrate pubblicato ieri. In particolare, per poter fruire dell’agevolazione è sufficiente collegarsi al sito dell’Agenzia e inviare la richiesta con il software “Creditovideosorverglianza”   autonomamente tramite intermediario. Nella domanda vanno indicati il codice fiscale del beneficiario e del fornitore del bene o servizio, nonché numero, data e importo delle fatture relative ai beni e servizi acquisiti, comprensivo dell’imposta sul valore aggiunto. Occorre inoltre specificare se la fattura è relativa ad un immobile adibito promiscuamente all’esercizio d’impresa o di lavoro autonomo e all’uso personale o familiare del contribuente. In questo caso il credito d’imposta ...

15 febbraio 2017 in Rassegna Stampa
Fonte: Fisco e Tasse
Senza categoria

Credito di imposta per attività di ricerca e sviluppo 2017

Scritto da: redazione

Il credito d'imposta per le attività di ricerca e sviluppo è stato oggetto di chiarimenti nella Risoluzione 19 del 14 febbraio 2017, con cui l'Agenzia delle Entrate ha fornito alcuni chiarimenti sull'ammissibilità di costi sostenuti da un'impresa per l'acquisto di un lotto che comprende brevetti, marchi e disegni, derivanti dal fallimento di un'altra società. La norma riconosce un credito di imposta alle imprese che effettuano investimenti in attività di ricerca e sviluppo a decorrere dal periodo d'imposta successivo a quello in corso al 31 dicembre 2014 e fino a quello in corso al 31 dicembre 2019. In particolare, la società interpellante ha dichiarato di aver svolto nell'esercizio 2015 e di continuare a svolgere attività di ricerca e sviluppo, in relazione alla quale ha sostenuto vari costi, tra i quali quelli per l'acquisto in lotto di numerosi marchi, brevetti e disegni derivanti ...

15 febbraio 2017 in Rassegna Stampa
Fonte: Fisco e Tasse

Reati tributari del marito: legittimo il sequestro dei gioielli alla moglie

Scritto da: redazione

Con la sentenza 6595/2017 la Corte di Cassazione ha chiarito che è legittimo il sequestro dei gioielli alla moglie se il marito è stato condannato per reati tributari, e i coniugi sono in regime di comunione legale. La sentenza è allegata a questo articolo. La controversia Il tribunale del riesame di Roma aveva previsto la restituzione dei gioielli, sottoposti a sequestro preventivo della moglie di un imprenditore condannato per reati penali. Il pubblico ministero resisteva ricorrendo in Cassazione e sostenendo che erano stati sequestrati solo quei beni per la quale la moglie non aveva fornito prova di averne "esclusiva disponibilità".  La sentenza La Corte di Cassazione ha ritenuto fondato il ricorso del PM. In primo luogo occorre considerare che i due coniugi erano in regime di comunione di beni e la moglie non aveva redditi tali da giustificare l'acquisto dei preziosi. Nella sentenza la Suprema ...

15 febbraio 2017 in Rassegna Stampa
Fonte: Fisco e Tasse

IVA 5% 2017: chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate su Basilico rosmarino salvia

Scritto da: redazione

Con la risoluzione n. 18/e del 14.02.2017 l'Agenzia delle Entrate ha fornito una consulenza giuridica in merito all’applicabilità dell’aliquota IVA del 5 per cento prevista dal n. 1-bis) della Tabella A, parte II-bis, allegata al d.P.R. 633/72  per “basilico, rosmarino e salvia, freschi, origano a rametti o sgranato, destinati all’alimentazione; piante allo stato vegetativo di basilico, rosmarino e salvia”, anche ai seguenti prodotti: basilico, rosmarino e salvia surgelati; basilico oliato surgelato; origano a rametti o sgranato. Nel rispondere l'Agenzia ha chiarito che per giungere alla corretta classificazione doganale dei prodotti in questione, l’Agenzia delle Dogane ha fatto riferimento alle Regole generali per l’interpretazione della Nomenclatura Combinata e, in particolare, ha classificato basilico, rosmarino, salvia ed origano freschi o surgelati, nell’ambito del Capitolo 12 della Tariffa Doganale, “Semi e frutti oleosi; semi, sementi e frutti diversi; piante industriali o medicinali; paglie e foraggi”. Chiarisce l’Agenzia delle Dogane ...