RASSEGNA STAMPA

27 giugno 2016 in Rassegna Stampa
Fonte: Agenzia delle Entrate

In arrivo dall’Agenzia 100.000 lettere per anomalie sui redditi 2012

Scritto da: redazione

Venerdì 24 giugno 2016 l'Agenzia delle Entrate, con un comunicato stampa, ha chiarito che sono 100 mila le comunicazioni in arrivo nei prossimi giorni per informare i cittadini su possibili errori o dimenticanze nei redditi dichiarati per il 2012 e consentire loro di “correggere il tiro” dialogando con le Entrate. Questa tornata di invii, che si fermerà per la pausa estiva per poi riprendere a settembre, riguarda i contribuenti persone fisiche, tra cui i titolari di partita Iva, farà arrivare le comunicazioni ai contribuenti in due modalità: via pec via posta ordinaria. Nella comunicazione l’Agenzia spiega ai contribuenti che, dall’incrocio con i dati in Anagrafe tributaria, risultano delle somme non correttamente indicate nella dichiarazione relativa ai redditi dell’anno 2012. .Chi troverà la comunicazione ha due strade: se ritiene di avere le carte in regola potrà mettersi in contatto con l’Agenzia ed evitare che l’anomalia si traduca in futuro in un ...

27 giugno 2016 in Rassegna Stampa
Fonte: Agenzia delle Entrate
Senza categoria

Chiarimenti canone Rai in bolletta nel caso di più utenze

Scritto da: redazione

Il 21 giugno 2016, l'Agenzia delle Entrate ha pubblicato la Circolare n. 29/e fornendo chiarimenti sulla novità del canone RAI nelle bollette dell'energia elettrica. Infatti da quest'anno l'utenza per la fornitura di energia elettrica nella residenza anagrafica di un soggetto fa scattare la presunzione di detenzione di un apparecchio televisivo e il conseguente obbligo di pagamento del canone RAI.  In merito alle utenze addebitabili occorre preventivamente chiarire che il canone Rai va in addebito solo per le utenze residenziali, cioè non per usi commerciali. In particolare i luoghi della fornitura del servizio luce (luogo in cui si presume la presenza di un TV) si desume: Direttamente nei contratti cd. “clienti residenti” cioè clienti domestici che applicano le tipologie tariffarie D1, D2, D3, per i contratti conclusi dal 2016. Dall’anagrafe tributaria per i contratti cd. “altri clienti domestici” cioè clienti che applicano la tipologia tariffaria ...

27 giugno 2016 in Rassegna Stampa
Fonte: Agenzia delle Entrate
Senza categoria

Bonus enti previdenziali pari al 100 per cento dell’importo richiesto

Scritto da: redazione

La misura percentuale massima del credito d’imposta spettante in favore degli enti di previdenza obbligatoria e delle forme di previdenza complementare, istituito dall’articolo 1, comma da 91 a 94, della legge 23 dicembre 2014, n. 190, è pari al 100% dell’importo richiesto, risultante dalle domande validamente presentate nel 2016, questo il chiarimento fornito dall'Agenzia delle Entrate con il provvedimento del 23 giugno 2016. Già dal 24 giugno la somma può essere utilizzata in compensazione, tramite il modello F24, da presentare esclusivamente attraverso i servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate, pena lo scarto dell'operazione di versamento, con il seguente codice tributo: “6867” denominato “Credito d’imposta per gli enti di previdenza obbligatoria e le forme di previdenza complementare - articolo 1, commi 91 e 92, legge 23 dicembre 2014, n. 190”. In sede di compilazione del modello di pagamento F24, il suddetto codice tributo è esposto nella ...

27 giugno 2016 in Rassegna Stampa
Fonte: Agenzia delle Entrate

Ulteriori chiarimenti sull’agevolazione “prima casa”

Scritto da: redazione

Con la Circolare 27/E l’Agenzia delle Entrate ha pubblicato i chiarimenti sui quesiti posti dalla stampa specializzata in occasione del convegno per i 130 anni del catasto. In particolare, al punto 3 dedicato alle compravendite, viene trattato il tema dell’agevolazione prima casa. La Legge di stabilità 2016 (L. 28/2015) al comma 55 dell’art. 1 ha esteso l’agevolazione ‘prima casa’ anche ai contribuenti già proprietari di un immobile acquistato con le agevolazioni, che intendono acquistare un nuovo immobile, alienando la casa preposseduta entro un anno dal nuovo acquisto. Il quesito posto all’Agenzia riguardava un soggetto in possesso di una casa su cui non aveva fruito dell’agevolazione, ed intendeva comprarne un’altra nello stesso Comune vendendo quella preposseduta entro un anno dall’acquisto, fruendo così dei benefici “prima casa”. È stato chiarito che l’acquisto di una abitazione sita in un Comune nel quale l’acquirente è già ...

25 giugno 2016 in Rassegna Stampa
Fonte: Agenzia delle Entrate

Gli impianti di risalita devono essere censiti nella categoria D/8

Scritto da: redazione

In occasione di Telecatasto per i 130 anni del catasto, l’Agenzia ha fornito risposte ai quesiti posti sul tema dalla stampa specializzata, che sono confluite nella Circolare 27/E del 13 giugno 2016.   Sul tema degli impianti di risalita l’Agenzia delle Entrate sia era già espressa nella circolare 2/E 2016. In quell’occasione aveva chiarito che concorrono alla stima diretta della rendita catastale esclusivamente il suolo, le stazioni di valle e di monte e gli impianti/costruzioni di tipo civile strutturalmente connessi alle stazioni stesse. Infatti sono escluse: Le funi, i carrelli, le sospensioni, le cabine, i motori che azionano i sistemi di trazione (anche se posti in sede fissa). Nella Circolare 27/E l’Agenzia ha precisato la categoria catastale di appartenenza degli impianti di risalita in D/8. Tali impianti infatti sono soliti avere destinazione esclusivamente o prevalentemente commerciale, connessa al soddisfacimento di fini ricreativi, sportivi o turistico-escursionistici e per ...

25 giugno 2016 in Rassegna Stampa
Fonte: Agenzia delle Entrate
Senza categoria

Assegnazione agevolata: tre le aliquote per l’imposta sostitutiva

Scritto da: redazione

La Legge di stabilità 2016, ai commi 115-120 dell'art.1 (L. 208/2015) ha previsto la possibilità per le società di assegnare o cedere ai soci beni immobili o mobili iscritti nei pubblici registri, pagando un'imposta sostitutiva dei redditi e dell'Irap. Le aliquote di tale imposta sostitutiva sono : - 8 % per le società in generale, comprese quelle che non dispongono del periodo triennale di osservazione previsto dal comma 116, art.1 L. 208/2015 (come il caso in cui una società costituita nel 2014 assegni i propri beni nel 2016). - 10,5 % per le società considerate non operative in almeno 2 dei 3 periodi di imposta precedenti a quello in corso al momento della assegnazione, o considerate in perdita sistematica (*) - 13% per le riserve in sospensione d'imposta annullate per effetto dell’assegnazione dei beni ai soci e per le riserve in sospensione d'imposta delle ...

24 giugno 2016 in Rassegna Stampa
Fonte: Il Sole 24 Ore

Compravendita sfumata: la caparra viene considerata plusvalenza

Scritto da: redazione

La Corte di Cassazione con Sentenza n. 11307 del 31 maggio 2016 ha stabilito che la caparra confirmatoria convenuta nel preliminare di compravendita è assoggettabile a imposizione diretta in quanto la prestazione principale, rimasta ineseguita, avrebbe costituito reddito ai sensi dell’articolo 67, comma 1, del Tuir. La Corte di legittimità ha evidenziato la natura risarcitoria della caparra incassata dal promissario venditore per inadempimento della parte promissaria acquirente, inquadrandola nella previsione dell’art. 6, comma 2 del TUIR, in base al quale sono considerati redditi della stessa categoria di quelli perduti “le indennità conseguite a titolo di risarcimento di danni consistenti nella perdita di diritti”, e ha affermato l'assoggettamento ad Irpef della caparra, quale risarcimento della perdita di proventi che, per loro natura, avrebbero generato redditi tassabili, con il conseguimento quindi di una plusvalenza imponibile ai sensi dell’articolo 67 del Tuir.

24 giugno 2016 in Rassegna Stampa
Fonte: Agenzia delle Entrate

Irpef zero per i premi di risultato sostituiti con benefit

Scritto da: redazione

La legge di stabilità 2016, ha attribuito al dipendente un’ulteriore facoltà di scelta in relazione ai premi di risultato, in quanto accanto alla possibilità di avvalersi della tassazione sostitutiva, in luogo di quella ordinaria, gli riconosce anche la possibilità di scegliere se ottenere il premio in denaro o in natura. Tali benefit sono esclusi dal reddito di lavoro dipendente. Per questo, l’eventuale scelta del lavoratore di convertire i premi di risultato agevolati nei benefit ricompresi nel “welfare aziendale”, consente di detassare completamente il valore dei benefit, non più soggetto neppure all’imposta sostitutiva del 10 per cento. Tuttavia, l’intercambiabilità tra il premio e i beni e servizi deve essere contemplata dai contratti aziendali o territoriali, mentre la modalità di esercizio di tale scelta o la possibilità di revoca, resta demandata alla autonomia delle parti o al contratto stesso. Questi alcuni dei chiarimenti contenuti nella Circolare ...

24 giugno 2016 in Rassegna Stampa
Fonte: Agenzia delle Entrate
Senza categoria

Canone RAI in bolletta: l’Agenzia chiarisce i casi controversi

Scritto da: redazione

Il canone rai entrerà ufficialmente nelle bollette per l'energia elettrica successive al 1°luglio 2016. L'importo annuale di 100 euro (comprensivi di Iva e della tassa di concessione governativa) sarà, a regime, suddiviso in 10 rate di pari importo, ma per l'anno 2016 le rate arretrare verranno assimilate alla fattura per l'utenza elettrica del prossimo mese.  Ma cosa occorre fare se si attiva/disattiva l'utenza elettrica nel corso dell'anno?  Nella Circolare 29/e del 21 giugno 2016 l'Agenzia delle Entrate ha chiarito come comportarsi nei casi controversi fonte di dubbi interpretativi.  Contribuente con una fornitura residente attiva dal 1/1/2016 e ancora attiva il 1/07/2016  →Nel mese di luglio si applica il canone dalla rata di gennaio alla rata di luglio e poi si prosegue con ratei mensili. Contribuente con una fornitura residente attivata successivamente al 1/1/2016 ed entro il 30/09/2016 → Si applica il canone dalla rata del mese ...

24 giugno 2016 in Rassegna Stampa
Fonte: Senato della Repubblica

Veterinari: in vista la fine della doppia contribuzione

Scritto da: redazione

Il disegno di legge 2233 all’esame delle commissioni parlamentari, tra le misure per la tutela del lavoro autonomo, si occupa anche del riordino della contribuzione previdenziale della categoria dei veterinari. I veterinari oggi si trovano praticamente a dover versare una doppia contribuzione obbligatoria, sia al fondo nazionale di riferimento, sia all'ente gestore di forme di previdenza ed assistenza della propria categoria professionale. L’obbligo della doppia contribuzione non è solo per i professionisti lavoratori autonomi, ma si estende anche ai dipendenti, a coloro che non esercitano la professione e anche ai disoccupati. Il mancato versamento dei contributi comporta la cancellazione dell’albo professionale impedendo al veterinario di esercitare la propria attività. La situazione è particolarmente gravosa per cui il governo, nel disegno di legge in esame, intende intervenire su due fronti: rendere volontaria la contribuzione all'ENPAV per i veterinari dipendenti, per quelli che non esercitano la ...

24 giugno 2016 in Rassegna Stampa
Fonte: Fisco e Tasse

Revisione legale: pronto il software dei Commercialisti

Scritto da: redazione

Il Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili ha predisposto il nuovo software Revisal, per la revisione legale dei conti che si ispira all’audit risk model, per rispondere alle esigenze imposte dai nuovi standard della revisione. Il software Revisal è progettato per rispondere alle esigenze professionali che approcciano la nuova revisione legale anche alla luce delle recenti modifiche normative. Lo stesso supporta, in particolare, le verifiche della contabilità previste dall’art. 14 del D.Lgs. 39/2010 e disciplinate nel SA (Italia) 250B. Per saperne di più su caratteristiche, costi e licenza, leggi le FAQ e guarda i Video Tutorial cliccando qui. Il software mantiene strettamente collegate tra loro le fasi di identificazione e di valutazione del rischio, analizzando il rischio intrinseco e quello di controllo, supportando le procedure di conformità, completando la valutazione del rischio residuo. Consente, a questo punto, di selezionare le risposte ...

23 giugno 2016 in Rassegna Stampa
Fonte: Agenzia delle Entrate
Senza categoria

Canone Rai in bolletta: cosa fare se si cambia il gestore elettrico

Scritto da: redazione

Dal 1° luglio 2016, il canone Rai verrà addebitato automaticamente in 10 rate mensili insieme con la fattura dell’utenza dell'energia elettrica. Il motivo che ha spinto questa decisione è stato la lotta all’evasione, e si basa sulla presunzione che se l’utente ha l’energia elettrica nel luogo dove ha la residenza anagrafica, è anche in possesso di un televisore. La detenzione della televisione è condizione per cui scatta l'obbligo del pagamento del canone Rai; nel caso in cui il contribuente non abbia un apparecchio televisivo, è tenuto a fare una dichiarazione sostitutiva dell’atto notorio all’Agenzia delle Entrate. Con la Circolare 29/E del 21 giugno 2016, l’Agenzia ha fornito chiarimenti sul canone RAI in bolletta specificando il comportamento da adottare nei casi di voltura e di switch.In particolare: La voltura corrisponde alla disattivazione della fornitura al cliente finale uscente ed alla attivazione di una nuova fornitura ...

23 giugno 2016 in Rassegna Stampa
Fonte: Equitalia

Equitalia: over 65 con corsia privilegiata agli sportelli

Scritto da: redazione

Equitalia ha riservato un servizio per i contribuenti con più di sessantacinque anni di età e per i loro coniugi, che nel 2015 sono stati più del 10% degli utenti che si sono presentati agli sportelli di Equitalia. Sono stati così aperti 42 nuovi sportelli, che vanno ad unirsi agli 11 aperti in modo sperimentale lo scorso anno, per un totale di 53. Il progetto è una sorta di corsia preferenziale dove poter ricevere assistenza specifica, mirata alle esigenze proprie di quella tipologia di contribuenti. Sarà quindi possibili: chiarire dubbi, avere informazioni su rateizzazioni, rimborsi, fermi o ipoteche conoscere gli strumenti di autotutela previsti dalle norme. Il servizio “+65” sarà svolto nei consueti orari di apertura delle sedi di Equitalia all’interno dello “Sportello Amico” che fornisce assistenza mirata a casi particolari. Il progetto vede coinvolti complessivamente 53 sportelli in diverse regioni italiane; in particolare si trovano: 13 in ...

23 giugno 2016 in Rassegna Stampa
Fonte: Agenzia delle Entrate

Avvisi dell’Agenzia su liquidazioni ultra milionarie

Scritto da: redazione

Avvisi dell'Agenzia per la promozione dell’adempimento spontaneo riferite alla mancata tassazione ordinaria della quota, eccedente il milione di euro, delle indennità e dei compensi legati alla cessazione di un rapporto di lavoro dipendente o di collaborazione coordinata e continuativa. Con il Provvedimento del 21.06.2016 l'Agenzia delle entrate specifica le modalità con le quali sono messe a disposizione dei contribuenti e della Guardia di finanza le informazioni riguardanti i redditi non dichiarati e gli elementi utili per rimediare a eventuali errori od omissioni avvalendosi del ravvedimento operoso. Le informazioni contenute negli avvisi inviati al contribuente, elencate qui di seguito, consentono al contribuente stesso di poter fornire elementi, fatti e circostanze dall'Agenzia delle entrate non conosciuti in grado di giustificare la presunta anomalia: a) numero di Protocollo R.U.; b) dati presenti in anagrafe tributaria riferibili alle indennità e ai compensi eccedenti un milione di euro corrisposti ...

22 giugno 2016 in Rassegna Stampa
Fonte: Agenzia delle Entrate

Locazioni agevolate se durano 8 anni: durata valida anche con proroga

Scritto da: redazione

Nella Circolare 27/E dell’Agenzia delle Entrate del 13 giugno 2016, sono stati forniti chiarimenti sulle abitazioni oggetto della deduzione del 20% del costo di acquisto o di costruzione da dare in locazione per 8 anni, così come introdotta dall’articolo 21, DL 133/2014. L’incentivo è riconosciuto per l’acquisto di abitazioni di nuova costruzione, in classe energetica A o B, o oggetto prima della vendita, di interventi di recupero incisivo, di cui all’art.3, co.1 lett. c e d, del DPR n. 380/2001. In particolare è stato chiarito che: Non devono essere obbligatoriamente costruite “da imprese di costruzione e da cooperative edilizie” in quanto il beneficio è riconosciuto a prescindere dal soggetto cedente l’unità immobiliare. la destinazione alla locazione per 8 anni è rispettata quando il contratto ha tale periodo di efficacia per esplicito accordo delle parti, ese la legge prevede una proroga di diritto ...

22 giugno 2016 in Rassegna Stampa
Fonte: Fisco e Tasse

La sostituzione dei sanitari non da diritto alla detrazione al 50%

Scritto da: redazione

Il Testo Unico delle Imposte sui Redditi (DPR 917/86) prevede all’art.16-bis la possibilità di fruire della detrazione IRPEF al 50%  per le spese sostenute per gli interventi di: manutenzione straordinaria su singole unità immobiliari residenziali, restauro e risanamento conservativo su singole unità immobiliari residenziali, ristrutturazione edilizia su singole unità immobiliari residenziali, per le spese sostenute per gli interventi finalizzati all’eliminazione delle barriere architettoniche; eseguite anche su parti comuni. Riguardo alla sostituzione dei sanitari, il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha precisato che: l’intervento di sostituzione della vasca da bagno con altra vasca con sportello apribile o con box doccia, può ritenersi finalizzato all’eliminazione delle barriere architettoniche, in quanto riduce, almeno in parte, gli ostacoli fisici fonti di disagio per la mobilità e permette di migliorare l'utilizzo delle attrezzature. si qualificano come interventi di manutenzione ordinaria in quanto interventi edilizi che riguardano le opere di riparazione, rinnovamento, e ...

22 giugno 2016 in Rassegna Stampa
Fonte: Agenzia delle Entrate
Senza categoria

Pmi di esercizio cinematografico e modalità di fruizione del bonus

Scritto da: redazione

Il credito d’imposta concesso a favore delle imprese di esercizio cinematografico, iscritte negli elenchi previsti dall’articolo 3 del Dlgs 28/2004, e che hanno i requisiti della piccola o media impresa ai sensi della normativa dell'Unione europea, è utilizzabile in compensazione tramite modello F24, presentato esclusivamente attraverso i servizi telematici dell’Agenzia, Entratel e Fisconline, pena il rifiuto dell’operazione di versamento. Questo il principale chiarimento fornito con il Provvedimento dell'Agenzia delle Entrate del 20.06.2016, pubblicato anche allo scopo di garantire che ciò avvenga nei limiti dell’importo complessivamente concesso dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, infatti l’Agenzia delle entrate dovrà verificare, per ciascun modello F24 ricevuto, che l’importo del credito d’imposta utilizzato non risulti superiore all’ammontare del beneficio complessivamente concesso all’impresa, al netto dell’agevolazione fruita attraverso i modelli F24 già presentati. Nel caso in cui l’importo del credito utilizzato risulti ...

22 giugno 2016 in Rassegna Stampa
Fonte: Agenzia delle Entrate
Senza categoria

Canone RAI nella bolletta elettrica: le istruzioni dell’Agenzia

Scritto da: redazione

La Legge di stabilità 2016, al comma 208, art 1 (L. 208/2015) ha introdotto una nuova modalità di pagamento per il canone RAI, di importo pari a 100 euro, e cioè la riscossione dello stesso con addebito sulle fatture per la fornitura di energia elettrica. Con la Circolare 29/E del 21 giugno 2016 l'Agenzia delle Entrate ha fornito molti chiarimenti. Nel caso in cui esista un’utenza per la fornitura di energia elettrica nel luogo in cui un soggetto ha la sua residenza anagrafica la norma presume la detenzione di una televisione. Com'è noto il possesso di un apparecchio televisivo costituisce presupposto dell’obbligo di pagamento del canone. Per i titolari di utenza di fornitura di energia elettrica il pagamento del canone avviene in dieci rate mensili, addebitate sulle fatture emesse dall’impresa elettrica con scadenza di pagamento successiva a quella della rata. I principali chiairmenti forniti nella Circolare 29/E di ...

21 giugno 2016 in Rassegna Stampa
Fonte: Agenzia delle Entrate

Fatturazione elettronica tra privati: online le specifiche tecniche in bozza

Scritto da: redazione

Sul sito dell'Agenzia delle Entrate sono state pubblicate le bozze dei documenti tecnici per l’utilizzo del Sistema di Interscambio (SdI), la piattaforma già in uso per la fatturazione elettronica verso le Pubbliche amministrazioni, anche nei rapporti commerciali tra privati. Le bozze dei documenti tecnici sono disponibili sul sito dell’Agenzia delle Entrate seguendo questo percorso: Home > Strumenti > Specifiche tecniche > Specifiche tecniche in bozza, e descrivono le regole da osservare per utilizzare il Sistema di interscambio e la struttura della fattura elettronica, ordinaria o semplificata, che dovrà essere veicolata dal Sistema. Così come precisato dall'Agenzia nel Comunicato Stampa di ieri, la sperimentazione mira a risolvere in tempo utile eventuali criticità che dovessero presentarsi e si concluderà entro la metà del prossimo mese di ottobre. Quindi dal 1° gennaio 2017, le imprese, gli artigiani e i professionisti potranno trasmettere le proprie fatture elettroniche ...

21 giugno 2016 in Rassegna Stampa
Fonte: Inps

Inps/inail rispondono 24 ore su 24, 7 giorni su 7

Scritto da: redazione

Recentemente l’INPS e l'INAIL hanno migliorato un servizio telefonico chiamato Contact Center Multicanale Inps-Inail in cui è possibile: Avere informazioni e assistenza di iscritti e pensionati Inps di tutte le gestioni confluite nell'Istituto (Gestione dipendenti pubblici, le Gestioni lavoratori Spettacolo e Sport e la Gestione Fondi Gruppo Poste italiane) di lavoratori assicurati all'INAIL, e di utenti diversamente abili; Ricevere in automatico o con intervento dell'operatore, informazioni e servizi online (il servizio automatico è in funzione 24 ore al giorno, tutti i giorni compresi i festivi); Disporre di un servizio multilingue, in quanto vengono fornite informazioni in 7 lingue straniere (tedesco, inglese, francese, arabo, polacco, spagnolo e russo), utilizzando operatori bilingue, per i lavoratori stranieri, per gli extracomunitari e per cittadini residenti in Paesi diversi dall’Italia. In pratica un agente virtuale smista le richieste verso operatori specializzati e nel caso sia necessaria la presenza di un operatore ...