PRIMO PIANO

Studi di settore, il test dell’incoerenza

16 Giugno 2006 in Notizie Fiscali

Le imprese in contabilità ordinaria, anche su opzione, devono considerare con particolare l’impatto degli studi di settore sulla compilazione di Unico. La mancata congruità a Gerico, infatti, determina l’accertamento da studi con la regola del due su tre. Le imprese in contabilità semplificata, invece, devono ricordare che la mancata congruità determina automaticamente l’accertamento a prescindere dal passato, mentre i professionisti hanno ancora un altro anno di franchigia per sperimentalità o monitoraggio. Nella dichiarazione di quest’anno debuttano anche gli indici di incoerenza.

I commenti sono chiusi