FISCO » IVA » Split Payment

Split payment, rimborsi con meno vincoli

24 Febbraio 2015 in Notizie Fiscali
Con Decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze del 20 febbraio scorso è stato corretto il precedente decreto attuativo del 23 gennaio sullo split payment, rendendo più semplici i rimborsi Iva nel caso di tale procedura. In particolare, per chiedere il rimborso IVA, non sarà più necessario che il contribuente sia in attività da almeno tre anni, né che l’ammontare del credito Iva sia superiore a 10mila o 3mila euro rispettivamente per i rimborsi annuali o trimestrali, né che l’eccedenza superi al 10% dell’imposta complessivamente assolta sugli acquisti/importazioni effettuati nel periodo di riferimento della richiesta. Il nuovo decreto cancella, infatti, il riferimento alle condizioni previste dall’articolo 2 del Dm Finanze del 31 marzo 2007 e stabilisce che le nuove disposizioni si applicano già alle richieste di rimborso relative al primo trimestre 2015, quindi alle istanze che potranno essere presentate alle Entrate entro il 30 aprile. Ad oggi, tuttavia, si attende ancora che venga aggiornato il modello TR a tal fine e che venga istituito il codice che identificherà la priorità nei rimborsi.
 

I commenti sono chiusi