PRIMO PIANO

Sentenza Corte di Cassazione

30 Aprile 2010 in Notizie Fiscali

La sentenza di Cassazione n. 10137 del 28 aprile 2010 afferma che i documenti rinvenuti dalla Guardia di Finanza durante gli accessi e ispezioni presso locali di terzi, estranei all’impresa oggetto di sopralluogo, non sono utilizzabili ai fini dell’accertamento se tali perlustrazioni sono avvenute senza l’autorizzazione del Procuratore della Repubblica. In caso contrario l’atto impositivo è nullo. In questo modo la pronuncia della Cassazione consolida l’orientamento giurisprudenziale maggioritario, rispettoso delle norme previste dallo Statuto del Contribuente.

I commenti sono chiusi