PRIMO PIANO

Riscossione: rischio penale sul “fondato pericolo”

12 Ottobre 2011 in Notizie Fiscali

Nella procedura di riscossione, quando viene riscontrato il “fondato pericolo” durante le operazioni di verifica, l’Ufficio competente all’accertamento può chiedere al presidente della Ctp che vengano accordate le misure cautelari sul patrimonio del contribuente. Con una nota interna indirizzata agli uffici periferici il 30.09.2011, l’Agenzia delle Entrate precisa che il “fondato pericolo” ricorre quando sono presenti una pluralità di elementi che inducono l’ufficio a ritenere reale il rischio di comportamenti del contribuente “tesi a sottrarre beni disponibili a eventuali azioni esecutive da parte dell’agente della riscossione”. Il riscontro del “fondato pericolo” ha effetti negativi per i contribuenti, che possono addirittura sconfinare nella denuncia all’autorità giudiziaria per un’ipotesi di reato.

I commenti sono chiusi