LAVORO » Previdenza e assistenza » Contributi Previdenziali

Rateazione contributi : necessaria la totalizzazione

3 Giugno 2016 in Notizie Fiscali
Fonte: Inps

L’INPS, con Messaggio 24 maggio 2016, n. 2312, ha fornito precisazioni sulla rateazione dei debiti contributivi in fase amministrativa. Il messaggio dell’Inps prevede che il pagamento in forma rateale deve comprendere l’intera esposizione debitoria del richiedente relativa ai debiti in fase amministrativa, per contributi e sanzioni, maturati nei confronti di tutte le Gestioni amministrate dall’Inps che risultano denunciati dal contribuente e accertati alla data di presentazione dell’istanza medesima.

Il principio di unicità della domanda di rateazione, pertanto, comporta che laddove la regolarizzazione non abbia correttamente interessato tutte le esposizioni debitorie maturate in capo al richiedente,  nel caso ad esempio la presentazione sia avvenuta in assenza di estratto contributivo, la Sede che ha ricevuto la domanda deve provvedere immediatamente alla reiezione indicando nella motivazione la "mancata regolarizzazione di tutte le Gestioni".

Qualora, diversamente da quanto previsto in tema di presentazione della domanda che interessi pluralità di posizioni in gestione presso Sedi  diverse il contribuente o il suo intermediario abbia inoltrato una pluralità di domande per ciascuna Gestione o Sede competente, il medesimo provvedimento di reiezione dovrà essere contestualmente adottato per ciascuna delle domande che in tal caso, oltre alla predetta motivazione "mancata regolarizzazione di tutte le Gestioni" dovrà riportare le indicazioni da seguire per la corretta modalità di presentazione. Si ricorda che, a seguito di un eventuale provvedimento di reiezione il contribuente può proporre una nuova istanza comprensiva dell’intera esposizione debitoria denunciata e/o accertata .

 

I commenti sono chiusi

Lascia un commento

Devi sessere loggato per lasciare un commento.