PRIMO PIANO

Non puo’ essere curatore chi ha concorso al dissesto dell’impresa

22 Agosto 2015 in Notizie Fiscali
Più nel dettaglio, la legge di conversione ha eliminato qualsiasi riferimento temporale (prima due, poi cinque anni prima della dichiarazione di fallimento) al periodo in cui vige l’incompatibilità alla nomina di chi ha concorso al dissesto dell’impresa, in qualsiasi tempo.
Viene inoltre istituito un registro nazionale, presso il Ministero della Giustizia, dove verranno annotati tutti i provvedimenti di nomina dei curatori fallimentari, dei commissari e liquidatori giudiziali e dove si terrà anche memoria delle sorti delle procedure concorsuali.
Per l’istituzione del registro è autorizzata la spesa di 100.000 euro per il 2015.
 

I commenti sono chiusi