PRIMO PIANO

Ires anche per le imprese in perdita

4 Maggio 2010 in Notizie Fiscali
Fonte: Il Sole 24 Ore

Per le società di capitali, con l’approvazione del bilancio partono i conteggi delle imposte da versare entro il 16 giugno 2010. E molte società, a seguito della scarsa redditività operativa generata dalla crisi economica e della conseguente indeducibilità degli interessi passivi, rischiano di trovarsi a debito di Ires, pur avendo chiuso il rendiconto in perdita. Infatti, nel modello Unico 2010 la soglia di deduzione degli interessi passivi è pari al 30% del c.d. risultato operativo lordo (ROL), a cui si aggiunge, per quest’anno un ammontare di 5.000 euro, anche in presenza di un ROL negativo. L’eccedenza è riportabile ai successivi esercizi ed origina però un aggravio finanziario, che potrebbe generare seri problemi alle imprese. 
 

I commenti sono chiusi