PRIMO PIANO

Immobili:compravendita valida se la lite è solo su norme fiscali

12 Luglio 2012 in Notizie Fiscali

La Corte di Cassazione, con sentenza n. 11749 depositata l’11 luglio, ha affermato che, nella compravendita di immobili, la clausola che impegna le parti a dichiarare un valore inferiore al prezzo realmente concordato, violando quindi le norme fiscali, è nulla, ma non determina automaticamente la nullità del contratto. Questa può esserci solo se la parte colpita fornisce la prova che la compravendita non avrebbe più avuto alcuna ragione economica per essere conclusa.

I commenti sono chiusi