PRIMO PIANO

Detrazione 36%: ecco i documenti da conservare

4 Novembre 2011 in Notizie Fiscali
Fonte: Il Sole 24 Ore

A seguito dell’abolizione, dal 14 maggio 2011, dell’invio della comunicazione di inizio lavori al Centro Operativo di Pescara, ai fini della detrazione Irpef del 36% sulle spese di recupero edilizio delle abitazioni, i contribuenti sono tenuti a conservare alcuni specifici documenti. Lo prevede il Provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate del 2 novembre 2011 che elenca tali documenti da conservare ed esibire a richiesta dell’Amministrazione Finanziaria in sede di controllo; eccoli nel dettaglio:

  • abilitazioni amministrative richieste;
  • domanda di accatastamento se l’immobile non è censito;
  • ricevuta dell’Ici, se dovuta;
  • delibera assembleare e tabella con ripartizione delle spese, in caso di lavori su parti comuni di edifici;
  • dichiarazione di consenso ai lavori da parte del possessore dell’immobile, se diverso dai familiari conviventi;
  • comunicazione alla Asl, se prevista dalla legge per la sicurezza dei cantieri;
  • fatture e ricevute delle spese sostenute;
  • ricevute dei bonifici di pagamento. 
     

I commenti sono chiusi