PRIMO PIANO

Caro petrolio, le istruzioni dell’Agenzia delle Dogane

19 Maggio 2015 in Notizie Fiscali
Dopo le modifiche apportate dalla Risoluzione n. 39/E del 20 aprile scorso alla compilazione del modello F24 nel caso di utilizzo in compensazione del credito d’imposta per il "caro petrolio" in favore degli autotrasportatori (D.P.R. n. 277/2000), l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli ha fornito, con nota del 14 maggio 2015, alcuni chiarimenti in merito all’utilizzo del codice tributo “6740", in particolare su cosa indicare in presenza di crediti riferiti ai consumi di gasolio dei trimestri 2014. L’intervento dell’Agenzia delle Entrate è stato conseguente alla legge 27/2012, che ha introdotto la possibilità, per gli esercenti del settore del trasporto, di richiedere il rimborso dell’accisa sul gasolio utilizzato come carburante con periodicità trimestrale, disponendo un nuovo termine di presentazione della dichiarazione (da effettuare entro il mese successivo al trimestre solare di riferimento) e ha ampliato il limite temporale per l’utilizzo in compensazione del credito al 31 dicembre dell’anno solare successivo a quello in cui è sorto.
 

I commenti sono chiusi