PRIMO PIANO

Bonus digitalizzazione alberghi con F24 telematico

15 Ottobre 2015 in Notizie Fiscali

Gli esercenti che operano nel settore turistico e che intendono usufruire del credito d'imposta per la digitalizzazione delle proprie strutture ricettive previsto dal D.L. n. 83/2014, dovranno portarlo in compensazione con altri tributi nel modello F24, che andrà presentato esclusivamente attraverso i canali telematici dell’Agenzia delle Entrate (Entratel e Fisconline), pena il rifiuto dell’operazione di versamento. È quanto ha stabilito il provvedimento delle Entrate pubblicato ieri 14 ottobre. A tal fine, con Risoluzione n. 85/E sempre di ieri 14 ottobre, l'Agenzia delle Entrate ha istituito l’apposito codice tributo "6855". Per ciascun modello F24 ricevuto, l’Agenzia effettuerà dei controlli automatizzati, verificando che l’importo del credito d’imposta utilizzato non risulti superiore all’ammontare del credito complessivamente concesso all’impresa (al netto dell’agevolazione fruita attraverso i modelli F24 già presentati). Nel caso in cui l’importo del credito utilizzato risulti superiore al beneficio residuo, il relativo modello F24 verrà scartato e i pagamenti saranno considerati non effettuati. Si ricorda che il credito d'imposta è riconosciuto per i periodi d’imposta 2014, 2015 e 2016 ed è pari al 30% delle spese sostenute dagli esercenti turistici per investimenti e attività di sviluppo digitale, fino ad un importo massimo di 12.500 euro.

I commenti sono chiusi