PRIMO PIANO

Bersani ricomincia dai cellulari

10 Gennaio 2007 in Notizie Fiscali
Fonte: Il Sole 24 Ore

Il Ministro dello Sviluppo Economico ha annunciato l’abolizione del costo sulle ricariche dei cellulari. Il costo che verrebbe eliminato rappresenta un onere aggiuntivo che gli utenti pagano ogni volta che acquistano traffico telefonico per il cellulare: per una scheda che vale 5 Euro se ne pagano fino a 2 di contributo, poco meno del 50%. Si tratta di una peculiarità tutta italiana che frutta il 12% dei ricavi da servizi dei quattro gestori italiani e che secondo le Autorità per le comunicazioni e Antitrust è solo in minima parte giustificata dai costi (cioè costi operativi, costo del capitale, e soprattutto provvigioni pagate ai tabaccai ed edicole che distribuiscono le ricariche o alle banche per le ricariche via bancomat.

I commenti sono chiusi