PRIMO PIANO

Autotrasporti: novità dal Decreto sblocca Italia

17 Novembre 2014 in Notizie Fiscali
In sede di conversione in legge del decreto sblocca Italia (D.L. n. 133/2014, convertito nella Legge n. 164/2014) sono state introdotte, con l’art. 32-bis, alcune disposizioni riguardanti il settore dell’autotrasporto. In particolare, i contributi ottenuti dalle imprese di autotrasporto per l’acquisizione di beni capitali ex art. 2, comma 2, lett. c) e d), DPR n. 227/2007, sono fruiti mediante credito d’imposta da utilizzare in compensazione tramite il mod. F24, salva la possibilità di richiedere espressamente l’utilizzo “in via diretta”. I contributi ottenuti dalle imprese di autotrasporto per la formazione professionale ex art. 2, comma 2, lett. f), DPR n. 227/2007, sono fruiti mediante credito d’imposta con le modalità sopra indicate purché vi sia esplicita richiesta da parte del beneficiario. “Al fine di assicurare la tracciabilità dei flussi finanziari”, “tutti i soggetti della filiera dei trasporti” devono utilizzare solamente sistemi di pagamento tracciabili indipendentemente dall’importo dovuto (strumenti elettronici di pagamento, canale bancario e comunque “ogni altro strumento idoneo a garantire la piena tracciabilità delle operazioni”).
 

I commenti sono chiusi