PRIMO PIANO

Attività da scudo ai giusti valori

23 Novembre 2009 in Notizie Fiscali

La norma di riferimento per valorizzare le attività finanziarie da regolarizzare con lo scudo risiede nell’art. 14, comma 5 bis, del decreto legge n. 350/01. Per le attività finanziarie rimpatriate diverse dal denaro il costo fiscalmente riconosciuto sarà il costo di acquisto documentato e, in mancanza della dichiarazione di acquisto alternativamente: l’importo risultante da apposita dichiarazione sostitutiva (D. Lgs. 461/97 art. 6 comma 3) ovvero l’importo indicato nella dichiarazione riservata.
Il tetto massimo sarà in ogni caso il valore normale.

I commenti sono chiusi