Società di investimento immobiliare quotate (Siiq): i chiarimenti dell’Agenzia

Autore: redazione
17 settembre 2015

Con la Circolare del 17 settembre 2015 n.32/E l’Agenzia delle Entrate illustra le nuove disposizioni in materia di società di investimento immobiliare quotate (Siiq), introdotte dal Decreto Sblocca Italia (Dl n. 133/2014, convertito dalla Legge n. 164/2014), che sono sottoposte ad un regime speciale che offre la possibilità di adottare, in presenza di alcuni requisiti, la “gestione esente”.
Si tratta di un sistema di tassazione in cui l’utile derivante dalla locazione immobiliare è esente ai fini Ires e Irap nei confronti della stessa Siiq, ma viene assoggettato a imposizione, all’atto della distribuzione, solo in capo ai soggetti partecipanti attraverso una ritenuta applicata in generale nella misura del 26%.
 
In particolare, con l’articolo 20 del decreto sono state apportate modifiche al regime impositivo previsto per le SIIQ al fine di ovviare ad alcune rigidità operative presenti nella normativa precedentemente vigente, con particolare riguardo ai requisiti e alle modalità necessarie per l’applicazione della disciplina riguardante la gestione esente e al regime impositivo delle plusvalenze derivanti dalle cessioni di immobili. Dette plusvalenze vengono ora ricondotte nell’ambito della gestione esente in base alla considerazione che tali operazioni sono parte integrante dell’attività svolta dalla SIIQ.
 
Infine vengono pubblicati alcuni orientamenti interpretativi pronunciati in risposta a specifiche istanze di interpello, ancora attuali ancorché espressi in vigenza della disciplina anteriore alle modifiche apportate dal decreto.
Allegati:

Comments are closed.

-->