PRIMO PIANO

Sono capitalizzabili i costi straordinari di riduzione del personale (incentivi all’esodo)?

11 Febbraio 2010 in Domande e risposte

Come precisato dal Principio Contabile Nazionale n° 24 (dedicato alle Immobilizzazioni immateriali) in questa categoria ricadono tutti i costi sostenuti dall’impresa per favorire l’esodo o la messa in mobilità del personale. Si tratta dunque di costi per i quali è estremamente arduo dimostrare la capacità di produrre futuri ricavi (una utilità futura) e, pertanto, diventa doveroso trattarli contabilmente come componenti negativi di reddito nell’esercizio del sostenimento ovvero nell’esercizio in cui l’impresa abbia deciso formalmente di attuare tali piani di riduzione del personale.

I commenti sono chiusi

Lascia un commento

Devi sessere loggato per lasciare un commento.