FISCO » IRPEF » Cedolare secca

Quali sono i termini per il versamento degli acconti 2016?

14 Novembre 2016 in Domande e risposte

Ecco quali sono i termini per il versamento del primo e del secondo acconto delle imposte dirette per il 2016.

IRPEF-imposta sul reddito delle persone fisiche

L'acconto dell'Irpef scatta solo se nel prospetto di liquidazione dell'imposta il rigo "differenza" sia di importo maggiore di 51,65 euro. In questo caso:

  • se l'importo è minore di 257,52 euro: il 100% dell'importo è dovuto entro il 16 giugno 2016 o nei successivi 30 giorni con la maggiorazione dello 0,40%:
  • se l'importo è maggiore di 257.52 euro:

    • il 40% dell'importo deve essere versato entro il 16 giugno 2016 o nei successivi 30 giorni con la maggiorazione dello 0,40%:
    • il 60% dell'importo deve essere versato entro il 30 novembre 2016

IRES: imposta sul reddito delle società

L'acconto dell'Ires è quello presente nel prospetto di liquidazione dell'imposta al rigo "differenza" cioè RN17. In questo caso:

  • se l'importo dell'acconto da versare alla prima rata è minore di 103 euro:  100% dell'importo al 16 giugno 2016 o nei successivi 30 giorni con la maggiorazione dello 0,40%:
  • se l'importo dell'acconto da versare alla prima rata è maggiore di 103 euro:

    • il 40% dell'importo deve essere versato entro il 16 giugno 2016 o nei successivi 30 giorni con la maggiorazione dello 0,40%:
    • il 60% dell'importo deve essere versato entro il 30 novembre 2016

Per i soggetti IRES che hanno il periodo di imposta che non coincide con l’anno solare la scadenza per il versamento del secondo acconto è  l’undicesimo mese del periodo cui l’acconto si riferisce.

Cedolare secca, imposta sostitutiva minimi e forfettari, Irap, Ivie e Ivafe

In generale, il 30 novembre è la data entro cui procedere al versamento del secondo acconto delle imposte dovute per:

  • cedolare secca sugli affitti,
  • imposta sostitutiva per i contribuneti minimi e forfettari,
  • Irap,
  • Ivie e Ivafe per i beni detentuti all'estero,
  • contributi INPS per artigiani, commercianti e iscritti alla gestione separata.

Per questi redditi, gli acconti devono essere versati come per i precedenti anni in due rate:

  • la prima, pari al 40 per cento dell’acconto dovuto entro il termine di pagamento delle imposte a saldo 2015 e cioè entro il 16 giugno 2016 o nei successivi 30 giorni con la maggiorazione dello 0,40%:
  • la seconda, pari al 60 per cento dell’acconto dovuto entro il 30 novembre 2016

 

I commenti sono chiusi

Lascia un commento

Devi sessere loggato per lasciare un commento.