PRIMO PIANO

Quali adempimenti si devono porre in essere nel caso di mancato ricevimento di una fattura di acquisto?

11 Febbraio 2010 in Domande e risposte

Nel caso in cui l’acquirente non abbia ricevuto la fattura entro 4 mesi dalla data di effettuazione dell’operazione dovrà regolarizzare l’operazione stessa presentando all’ufficio delle Entrate competente  entro trenta giorni dalla scadenza dei 4 mesi, una autofattura in duplice esemplare allegando copia del versamento dell’IVA relativa (Mod. F24 – Cod. 9399). L’ufficio rilascerà una copia con annotato l’avvenuto pagamento dell’imposta. L’acquirente registrerà la fattura sui registri Iva e potrà detrarre l’imposta secondo le regole previste per la detrazione.

Se si tratta di un acquisto intracomunitario i termini sono piu’ ristretti.

Entro il mese successivo a quello del mancato ricevimento della fattura dovrà procedersi all’emissione dell’autofattura  e al versamento dell’imposta relativa alla fattura non ricevuta. 

L’ autofattura da emettersi in unico  esemplare dovra contenere , le generalità del fornitore , la data, importo in valuta, la
descrizione della fornitura, il codice identificativo IVA del fornitore.
Andrà registrata sul  sul registro delle fatture emesse e sul registro acquisti.

Andra presentata all’Unità Operativa Fisco entro il  prescritto termine.

I commenti sono chiusi

Lascia un commento

Devi sessere loggato per lasciare un commento.