Nuovi voucher e sicurezza: quali sono gli obblighi?

Autore: redazione
14 agosto 2017

Prima della riforma del Jobs Act,  il D.Lgs. 81/2008 ( ovvero il Testo Unico sulla tutela della sicurezza nell'ambiente di lavoro)  si applicava anche   nei confronti dei lavoratori che effettuavano prestazioni occasionali di tipo accessorio, retribuiti con i voucher lavoro INPS, ai sensi degli artt. 70 ss del D.Lgs. 276/2003 , con esclusione dei piccoli lavori domestici a carattere straordinario, dell’insegnamento privato supplementare e dell’assistenza domiciliare ai bambini, agli anziani, agli ammalati e ai disabili.
Il  D.Lgs 151/2015  ha modificato  il campo di applicazione  del  Testo Unico che ora  si applica solo nei confronti dei lavoratori che effettuano prestazioni di lavoro accessorio nei casi in cui la prestazione sia svolta a favore di un committente imprenditore o professionista, (che dallo scorso aprile non puo piu utilizzare i vecchi voucher ma è tenuto a utilizzare il nuovo istituto del Contratto di prestazione occasionale) .

Ai sensi dell'art. 21 infatti vi è l’applicazione del regime di tutela piena della normativa del T.U 81/2008, per tutti i lavoratori indipendentemente dalla natura subordinata  o autonoma  del rapporto.

Inoltre, con il termine “imprenditore”  si intende anche il piccolo imprenditore  poiché sia l’art. 2 c. 1,lett. b) del T.U. sia l’art. 2087 c.c. forniscono una definizione ampia di datore di lavoro e di imprenditore non facendo alcun riferimento alle dimensioni.

Negli altri casi si applicano esclusivamente le tutele previste per il lavoro autonomo all’art. 21 del D.Lgs 81/2008 e restano dunque  esclusi i piccoli lavori domestici a carattere straordinario, l’insegnamento privato supplementare e l’assistenza domiciliare ai bambini, agli anziani, agli ammalati e ai disabili ossia le prestazioni verso i privati retributite con il nuovo Libretto famiglia.

Infatti, se si usufruisce della prestazione accessoria non per fini di impresa o per lo svolgimento di una professione la persona destinataria del voucher /Libretto Famiglia non è considerata soggetto “lavoratore”  o “equiparato al lavoratore”, pertanto il datore di lavoro non è soggetto agli obblighi prevenzionistici previsti dagli artt. 15 e seguenti del D.Lgs. 81/2008 quali, ad esempio:

  • la sorveglianza sanitaria,
  • l’informazione,
  • la formazione e l’addestramento,
  • la fornitura dei Dispositivi di protezione individuale DPI , la messa a disposizione delle attrezzature di lavoro e
  • il documento di  valutazione dei rischi.

Comments are closed.

-->