PRIMO PIANO

Il lavoratore intermittente avrà un trattamento economico-previdenziale diverso da quello di un lavoratore ‘normale’?

14 Febbraio 2010 in Domande e risposte

Assolutamente no. Il trattamento economico, normativo e previdenziale del lavoratore a chiamata sarà proporzionato alla prestazione effettivamente resa.

In ogni caso sono vietati trattamenti discriminatori rispetto agli altri lavoratori (non intermittenti) che svolgono le stesse mansioni e di pari livello.

Per il periodo in cui il lavoratore resta disponibile alla chiamata non matura alcun trattamento economico, salva l’indennità di disponibilità.

I commenti sono chiusi

Lascia un commento

Devi sessere loggato per lasciare un commento.