FISCO » Dichiarativi » Dichiarazione 730

Deducibilità delle spese sostenute per l’adozione di minori nelle dichiarazioni

7 Marzo 2021 in Domande e risposte

Nelle dichiarazioni dei redditi 2021 riferite all'anno di imposta 2020, è prevista la deducibilità di parte dei costi sostenuti per le adozioni. In particolare, ai fini dell'imposta sui redditi è prevista la deducibilità del 50% delle spese sostenute dai genitori adottivi per l’espletamento delle procedure di adozione di minori stranieri. Queste spese devono essere certificate nell’ammontare complessivo dall’ente autorizzato (*) che ha ricevuto l’incarico di curare la procedura di adozione.

Si precisa che tra le spese deducibili sono comprese anche quelle riferibili:

  • all’assistenza che i genitori adottanti hanno ricevuto,
  • alla legalizzazione o traduzione dei documenti,
  • alla richiesta di visti,
  • ai trasferimenti,
  • al soggiorno all’estero,
  • all’eventuale quota associativa nel caso in cui la procedura sia stata curata da enti, 
  • altre spese documentate finalizzate all’adozione del minore.

Attenzione: se le spese sono sostenute in un'altra valuta è necessario convertirle in euro utilizzando il cambio indicativo di riferimento del giorno in cui gli stessi sono stati percepiti o sostenuti o quello del giorno antecedente più prossimo. Se in quei giorni il cambio non è stato fissato, va utilizzato il cambio medio del mese.

Nei modelli dichiarativi vanno indicati:

  • 730/2021: rigo E26 codice 21
  • Redditi PF 2021: Rigo RP26 codice 21
DEDUCIBILITA' COSTI PER L'ADOZIONE DI MINORI STRANIERI
deducibile il 50% delle spese sostenute dai genitori adottivi per l’espletamento delle procedure di adozione di minori stranieri
le spese devono essere certificate nell’ammontare complessivo dall’ente autorizzato che ha ricevuto l’incarico di curare la procedura di adozione
se sono state sostenute in un'altra valuta vanno convertite in euro
sono deducibili anche se riferite all’assistenza che gli adottanti hanno ricevuto, alla legalizzazione o traduzione dei documenti, alla richiesta di visti, ai trasferimenti, al soggiorno all’estero, all’eventuale quota associativa nel caso in cui la procedura sia stata curata da enti, ad altre spese documentate finalizzate all’adozione del minore
Vanno indicate nel 730/2021 al rigo E26 e nel rigo RP26 del modello RedditiPF 2021

 (*) L’albo degli enti autorizzati è stato approvato dalla Commissione per le adozioni internazionali della Presidenza del Consiglio dei Ministri con delibera del 18 ottobre 2000, pubblicata sul S.O. n. 179 alla G.U. n. 255 del 31 ottobre 2000 e successive modificazioni.

I commenti sono chiusi