PRIMO PIANO

Amministrazione disgiunta o congiunta nelle s.r.l.

30 Gennaio 2008 in Domande e risposte

 L’art. 2475, 3° c. stabilisce che ai soci è consentito di nominare o un amministratore unico, o un consiglio di amministrazione o in alternativa più amministratori dotati di poteri da esercitare congiuntamente ovvero disgiuntamente e in questo caso si applicano le regole già previste per le società di persone (artt. 2257 e 2258).

L’amministrazione congiunta o disgiunta ha valore in relazione ai rapporti interni nella società, in quanto per i rapporti con i terzi, l’art. 2475 bis, primo comma, attribuisce a ciascun amministratore la rappresentanza generale della società.

E’ possibile comunque prevedere un’ampia varietà di amministrazione: per esempio (e forse sarà il caso più frequente) sarà possibile prevedere l’amministrazione congiunta per alcuni atti e disgiunta per altri.

Nello stabilire tali regole sarà opportuno anche specificare gli ambiti di rappresentanza di competenza di ogni amministratore.

I commenti sono chiusi